Covid in India, crollano i contagi: già raggiunta l’immunità di gregge?

Nel Paese asiatico il numero di contagi giornalieri si è drasticamente ridotto. Al momento, nessuna causa ufficiale

In un giorno si sono registrati poco più di 13 mila nuovi casi di infezioni da Covid-19 e appena 86 morti. No, non si tratta del conteggio delle ultime 24 ore in Italia o in un altro Paese europeo (dove i contagi sono di gran lunga superiori). Si tratta, invece, del report giornaliero sui contagi  registrati in India dove, dopo un inizio di pandemia a dir poco tragico (il picco di contagi è stato di poco inferiore ai 100 mila al giorno), nelle ultime settimane le cifre sono drasticamente crollate. E, anche se non ci sono spiegazioni scientifiche ufficiali sul trend dell’epidemia, qualcuno inizia già a parlare di immunità di gregge raggiunta senza bisogno di vaccinazioni di massa (anche se la campagna vaccinale prosegue a gonfie vele).

Covid in India: la situazione

Stando alle cifre riportate dal Center for System Science and Engineering della John Hopkins University, lo scorso 30 gennaio l’India ha fatto registrare 13.044 nuovi casi di infezione da Sars-CoV-2, con una media 7 giorni di 13.092. Il 16 settembre, invece, i contagiati giornalieri erano oltre 97 mila, con una media 7 giorni superiore ai 92 mila nuovi contagio ogni giorno. Da quel picco, il contagio è andato via via calando, sino a raggiungere i minimi delle ultime settimane.

Non solo: il Paese asiatico non è stato toccato dalla seconda ondata, che tante vittime e tanti danni (economici) ha provocato in Europa e nel continente Americano. Dal picco di settembre, infatti, la curva dei contagi è andata via via scendendo e, a meno di risalite al momento imprevedibili, la situazione sembra essere destinata a normalizzarsi sempre di più.

Covid in India: immunità di gregge già raggiunta?

A oggi, l’India è il secondo Paese più colpito dal Sars-Cov-2 con oltre 10 milioni di contagiati su una popolazione di 1,4 miliardi di persone. Probabile, però, che nei mesi passati il virus abbia colpito un numero di persone molto superiore, tanto che in alcune regioni è ipotizzabile che sia stata raggiunta la soglia di contagiati che garantisce l’immunità di gregge.

Stando a uno studio del Council of Medical Research, il 30% della popolazione (oltre 350 milioni di persone) sarebbe stato già infettato. In alcune regioni, inoltre, la percentuale sarebbe addirittura maggiore. Si ipotizza, ad esempio, che l’85% degli abitanti di Pune sia stato già infettato, mentre a New Dehli e Mumbai la percentuale si attesterebbe attorno al 50%. Insomma, l’immunità di gregge potrebbe essere raggiunta in tutto il Paese prima della fine del 2021.

A questo, poi, si aggiunge il fatto che l’età media degli indiani è molto bassa (il 50% della popolazione ha meno di 25 anni, mentre solo l’8,5% supera i 65 anni), riducendo così notevolmente i pericoli per la salute generale.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Covid in India, crollano i contagi: già raggiunta l’immunità d...