Chi è Lucia Azzolina, la ministra della scuola del governo Conte bis

Un passato da docente, sindacalista e avvocato. Ecco chi è la sostituta del dimissionario Fioramonti

Arriva il sostituto del dimissionario Lorenzo Fioramonti. Anzi, come è ormai noto, sono due i nomi fatti da Giuseppe Conte per il Ministero di Viale Trastevere. Il MIUR viene spacchettato in due ministeri: quello della Scuola e quello dell’Università e della Ricerca. Una sorta di “ritorno al passato”, quando il Ministero della Pubblica Istruzione aveva “vita a sé”.

Alla guida del Ministero della Scuola è stata chiamata Lucia Azzolina, deputata alla prima legislatura eletta tra le fila Movimento 5 stelle lo scorso marzo 2018. Già sottosegretario nel MIUR diretto dall’ormai ex Ministro Fioramonti, la Azzolina vanta un curriculum scolastico e professionale di tutto rispetto. Da anni impegnata nel sindacalismo scolastico (è stata sindacalista per l’Anief, sigla tra le più attive nel mondo della scuola), è stata docente presso diversi istituti superiori nel nord ovest d’Italia e ha recentemente passato la selezione per diventare dirigente scolastico, risultando essere una degli idonei non vincitori del concorso. Resta dunque in attesa di una eventuale chiamata nel caso di scorrimento delle graduatorie.

La Ministra della Scuola nasce a Floridia, in provincia di Siracusa nel 1982 e ottiene una doppia laurea in filosofia e giurisprudenza. Prima si dedica alla carriera scolastica, diventando docente di ruolo nel 2014 a Biella; poi esercita la pratica forense occupandosi di diritto scolastico. Le due passioni (insegnamento e giurisprudenza) convergono quando la Azzolina diventa sindacalista per Anief, occupandosi in maniera particolare di classi pollaio.

Nel gennaio 2018 si candida alle parlamentarie del Movimento 5 stelle, ottenendo un posto in lista per la quota proporzionale Novara-Biella-Vercelli-Verbania-parte della provincia di Alessandria. Nelle elezioni del marzo 2018 è la donna più votata nella sua circoscrizione, diventando così Parlamentare della Repubblica Italiana.

E’ la stessa Azzolina a spiegare, tramite la propria pagina Facebook, quale sarà il suo modus operandi ora che è stata nominata Ministro della Scuola. “A testa bassa, con umiltà, attraverso l’ascolto, il confronto e continuando ad andare nelle scuole, come ho fatto in questi mesi da Sottosegretaria”. L’obiettivo primario sarà quello di “migliorare la vita degli studenti”, perché solo in questo modo sarà possibile formare cittadini migliori. Fondamentale, dunque, continuare a investire nella scuola, proseguendo probabilmente nella strada già intrapresa dal suo predecessore di destinare maggiori fondi alle strutture scolastiche del nostro Paese.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Chi è Lucia Azzolina, la ministra della scuola del governo Conte&nbsp...