Capodanno in piazza e party, tra contagi in aumento e nuova variante: si potrà festeggiare?

Discoteche di nuovo aperte e feste con accesso limitato ai possessori del Green pass, quest'anno si potrà festeggiare a Capodanno? Dalle piazze ai party privati, vediamo qual è la situazione

Incognita Capodanno 2022: quest’anno si potrà festeggiare in piazza o partecipando ad una festa privata con più persone? È vero che le discoteche hanno riaperto e che adesso, anche grazie al super green pass, sarà possibile partecipare a più eventi e attività sociali e ricreative (qui le regole per ottenerlo e le differenze con quello “base”). Tuttavia, le cronache ci dicono di Comuni e Regioni che stanno pensando di inasprire le restrizioni in vista delle feste di Natale, a partire dagli accessi limitati nelle strade del centro più affollate e le mascherine all’aperto anche in zona bianca.

A fronte degli ultimi avvenimenti, con i contagi che continuano a salire e la nuova variante Omicron che preoccupa persino l’OMS, quest’anno il Capodanno si potrà festeggiare? 

Capodanno in piazza, nessuna conferma da Mediaset e Rai

Dopo le prime indiscrezioni a ottobre (secondo Tvblog Mediaset stava già pensando all’organizzazione del “Capodanno in musica” a Bari, in piazza e all’aperto), le principali reti italiane non hanno ancora confermato quali sono i loro programmi per la fine dell’anno. Visto la crescente preoccupazione per i contagi in aumento e il diffondersi della variante Omicron, è molto improbabile che un evento aperto a tutti possa essere organizzato quest’anno senza limitazioni.

L’alternativa, come accaduto l’anno scorso con l’evento Rai, potrebbe essere quella di organizzare una festa all’interno di un palazzetto o un teatro, permettendo agli organizzatori di ricorrere alle stesse regole valide oggi per discoteche e concerti (qui i protocolli anti Covid attualmente in vigore). In questo modo né la rete Ammiraglia né Mediaset rinuncerebbero alla tradizionale messa in onda del 31 dicembre garantendo, allo stesso tempo, il rispetto delle misure di sicurezza ai partecipanti (come ingressi contingentati, controllo super green pass etc.).

Queste, però, sono tutte ipotesi, poiché niente è stato ancora comunicato.

Capodanno in piazza: dove è già saltato

La preoccupazione per i numeri della curva pandemica in risalita ha spinto il Comune di Parma a sospendere l’evento in piazza che era stato organizzato per la notte del 31 dicembre. “I dati relativi ai contagi e alla diffusione del virus, uniti alle incertezze della variante Omicron, hanno portato l’Amministrazione comunale a prendere la sofferta decisione di rinunciare al concerto in piazza Garibaldi la sera del Capodanno”, è stato infatti riportato su Facebook dal Comune.

Per quanto riguarda città più grandi come Roma o Milano, niente di confermato anche in questo caso fino ad ora. Il sindaco del Capoluogo lombardo, intanto, ha disposto di nuovo l’obbligo di mascherina all’aperto, proprio in vista degli affollamenti che si potrebbero verificare a dicembre nelle principali video del centro e dello shopping. Stesso provvedimento è stato preso nella Capitale.

Nelle città dove l’orientamento è quello di evitare occasioni di contatto e assembramento, è difficile pensare che un grande concerto di fine anno possa essere organizzato a Capodanno.

Capodanno, come si potrà festeggiare? Ancora niente restrizioni per i party privati

Nessun divieto è invece ancora arrivato per le feste private a Capodanno o Natale. Posto che le autorità invitano sempre alla massima cautela, è probabile che per la fine dell’anno ristoranti, locali e discoteche possano organizzarsi per accogliere i propri clienti nel rispetto di tutte le regole (qui la prassi da rispettare per le serate danzanti).

Ovviamente, per ogni regione le restrizioni potrebbero cambiare al seconda della fascia di rischio attribuita al Comune o alla Regione. Non è escluso, infatti, che in caso di peggioramento della situazione le autorità possano decidere di chiudere o sospendere alcune attività.