Cane positivo al Covid a Bitonto: può diffondere il contagio?

Il barboncino vive con una famiglia composta da tre persone, tutte positive: Pierluigi Lopalco ha spiegato cosa può succedere in questi casi

L’Italia registra il primo caso ufficiale di un cane risultato positivo al Covid-19. Il protagonista è un barboncino che vive con una famiglia composta da tre persone a Bitonto, nel Barese. Sia i coniugi sia il figlio minorenne sono a loro volta risultati positivi al tampone. A certificare il contagio del cane ci ha pensato il servizio veterinario, anche se il tampone all’animale ha evidenziato comunque una bassa positività. L’assessore alla Salute della Regione Puglia, Pierluigi Lopalco, ha spiegato la situazione, negando che ci siano pericoli per gli esseri umani.

Cane positivo al Covid, nessun pericolo per l’uomo

Il contagio del barboncino non rappresenta un problema sanitario. Lo ha certificato il virologo Pierluigi Lopalco, assessore alla Salute della Regione Puglia, che ha ricordato come, da quanto emerso fino ad ora, i cani non siano ospiti in grado di diffondere il contagio. Dunque, il barboncino sarebbe stato infettato dalla famiglia che lo accudisce.

Il cane, una femmina di un anno è mezzo, sta bene: la sua carica virale è bassa e non rappresenta un rischio di infezione per gli umani. Nel mondo, comunque, sono già stati registrati casi di animali domestici risultati positivi al virus: nessuno di loro ha infettato delle persone.

Nicola Decaro, professore ordinario di malattie infettive degli animali all’Università di Bari, ha aggiunto che riscontrare la positività nel barboncino è stato un colpo di fortuna, dato che si tratta del primo esemplare canino trovato con l’infezione in corso e la presenza dell’Rna virale.

Animali e Covid, i gatti quelli più a rischio

Il primo caso di cane positivo al Covid nel mondo è emerso in Cina lo scorso marzo, sottoposto a quarantena insieme alla sua padrona. Secondo gli studiosi, gli animali sarebbero molto sensibili al virus, ma non trasmetterebbero la malattia alle persone. E soprattutto non sembra che per loro sia fatale.

Tra cani e gatti, però, sono i secondi a essere più predisposti a contrarre il Covid. Anche per loro, comunque, vale la stessa regola dei primi: non rappresenterebbero uno strumento di contagio per gli esseri umani. Per chi è positivo e ha in casa un animale domestico, gli esperti raccomandano di affidarli a persone sane che possano prendersene cura, evitando che si possano ammalare.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Cane positivo al Covid a Bitonto: può diffondere il contagio?