Covid, quali sono le Regioni che cambiano colore il 13 dicembre

Il prossimo monitoraggio della cabina di regia, previsto venerdì 11 dicembre, potrebbe segnare il passaggio di nuove regioni in zona gialla

Entro la fine di questa settimana quattro regioni potrebbero cambiare colore, passando dalla zona arancione alla zona gialla. Si tratta della Lombardia, del Piemonte, della Campania e della Toscana. Se i numeri relativi ai contagi, ai ricoveri e ai decessi confermeranno il trend in calo, con l’Rt sotto l’1, allora il passaggio sarà ratificato.

Covid, quali Regioni cambiano colore il 13 dicembre: Lombardia e Piemonte

Il Piemonte e la Lombardia sono state tra le prime Regioni, insieme a Valle d’Aosta e Calabria, a essere iscritte in zona rossa. Dal 29 novembre sono in zona arancione e da domenica potrebbero essere in zona gialla. Manca ancora la decisione della cabina di regia, che potrebbe arrivare venerdì 11 dicembre per essere poi ratificata il 13 dicembre.

A rendere note le tempistiche sono stati i governatori di Piemonte e Lombardia, Alberto Cirio e Attilio Fontana, che hanno annunciato l’imminente passaggio dopo un confronto con il ministro della Salute, Roberto Speranza.

Gli ultimi dati della Lombardia configurano la Regione al quarto posto per numero di contagi, prosegue anche il calo dei ricoveri sia in terapia intensiva che negli altri reparti (-460).

Buoni anche i numeri del Piemonte, che vede l’indice Rt scendere a 0,7: lo stesso valore della seconda settimana di settembre. A metà ottobre l’Rt era pari a 2,16. Da allora tutti gli indicatori sono migliorati, grazie alle misure restrittive.

Covid, in lizza anche Campania e Toscana: quando si decide

Venerdì 11 dicembre è atteso il monitoraggio settimanale della Cabina di regia dell’Istituto superiore di Sanità e del ministero alla Salute, e oltre a Lombardia e Piemonte potrebbe passare in zona gialla anche la Campania. Più cautela comunque rispetto ai governatori di Lombardia e Piemonte: se l’indice Rt è sceso a 0,74, il numero dei ricoveri resta ancora alto.

La quarta regione che incrocia le dita è la Toscana, dato che i valori sono tutti in diminuzione. Lo ha sottolineato nelle scorse ore il direttore generale della Prevenzione del Ministero della Salute, Gianni Rezza, parlando di “miglioramenti notevoli” al contrario di regioni come “Veneto, Sicilia e Puglia“.

Covid, cosa cambia nelle Regioni che passano da zona arancione a zona gialla

Nelle regioni in zona gialla ci si può spostare dalle ore 5 alle ore 22 senza autocertificazione. Dalle 22 alle 5 restano vietati gli spostamenti, salvo quelli dovuti a esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute.

È inoltre consentito spostarsi in un Comune diverso, a patto che entrambi si trovino in area gialla. Tutti i negozi possono riaprire, non sono previste limitazioni alle categorie di prodotti acquistabili.

Si può raggiungere la seconda casa, a patto che si trovi anch’essa (come la prima) in zona gialla.

Nella zona gialla i ristoranti e le altre attività di ristorazione, dai bar alle gelaterie, sono aperti con possibilità di consumo all’interno dalle 5 alle 18.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Covid, quali sono le Regioni che cambiano colore il 13 dicembre