Bonus terme, come richiederlo per tutta la famiglia

Tutti i membri della famiglia possono richiedere il bonus terme, purché siano in possesso dei requisiti richiesti

Al via le domande per il bonus terme a partire da lunedì 8 novembre 2021 (qui la guida alla procedura) che, nei termini e nelle modalità previste, potrà essere richiesto per tutta la famiglia. Il nuovo incentivo infatti, è finalizzato a sostenere l’acquisto di servizi termali presso gli stabilimenti termali accreditati da parte di tutti i cittadini, anche se appartenenti allo stesso nucleo familiare. Si tratta infatti di un beneficio nominale, che non pregiudica l’accesso ad altri componenti conviventi sotto lo stesso tetto.

Bonus terme, quali i requisiti richiesti per l’ottenimento (singolo e familiare)

Chiunque sia interessato a richiedere e ottenere il bonus terme per sé e per la propria famiglia, dunque, deve sapere che non dovrà far altro che:

  • presentare una domanda per ogni membro che intende usufruirne;
  • verificare che il destinatario del beneficio sia in possesso dei requisiti richiesti.

Nello specifico, l’incentivo per l’acquisto di servizi termali si rivolge a tutti i cittadini:

  • maggiorenni;
  • e residenti in Italia.

Come chiarisce lo stesso Mise, infatti, non ci sono limiti di ISEE o limiti legati al nucleo familiare che pregiudicano o potrebbero pregiudicare l’accesso allo stesso.

Ciascun soggetto, quindi, potrà usufruire di un solo bonus, per un solo acquisto, fino a un massimo di 200,00 euro.

Bonus terme, come funziona

Il bonus terme sarà erogato sotto forma di uno sconto pari al 100% del prezzo d’acquisto dei servizi termali prescelti, per un importo massimo di 200 euro. L’incentivo sarà disponibile a partire dalla pubblicazione dell’avviso di apertura delle prenotazioni – previsto per l’8 novembre – che sarà pubblicato sui siti del Ministero e di Invitalia, fino all’esaurimento delle risorse stanziate.

Il cittadino interessato dovrà prenotare i servizi termali presso uno stabilimento termale accreditato di sua scelta che provvederà a rilasciare l’attestato di prenotazione. La prenotazione, a sua volta, avrà un termine di validità di 60 giorni dalla sua emissione. Di conseguenza: i servizi prenotati dovranno essere usufruiti entro tale termine.

Tutto avverrà in maniera diretta dunque, sarà poi l’ente termale presso il quale il cittadino ha fruito i servizi che provvederà a richiedere a Invitalia, mediante apposita piattaforma informatica, il rimborso del valore del buono utilizzato dal cittadino.

(l’elenco delle strutture accreditate verrà pubblicato e puntualmente aggiornato su questa pagina e sulla sezione dedicata del sito Invitalia, soggetto gestore della misura).

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Bonus terme, come richiederlo per tutta la famiglia