Apple, problemi di sicurezza per chi ha un iPhone o un iPad: cosa fare

Nei sistemi operativi ci sono dei bug che espongono iPhone e iPad alla violazione da parte di hacker: come risolvere il problema

Apple ha rilasciato due nuove versioni dei sistemi operativi per iPhone (iOS) e iPad (iPadOS) per risolvere dei bug (presenti in quella precedente) pericolosissimi per la sicurezza dei clienti, vista la potenziale esposizione alle intrusioni di eventuali hacker. A confermarlo è stata la stessa azienda americana, che ha annunciato l’aggiornamento dei due sistemi operativi al fine di proteggere i prodotti da attacchi che potrebbero essere già in corso.

Apple, problemi di sicurezza: cosa deve fare chi ha un iPhone o un iPad

Sia gli iPhone sia gli iPad hanno al loro interno dei sistemi di aggiornamento automatico, che si attivano ogni volta che Apple rilascia un update del sistema operativo. Gli aggiornamenti servono non solo a garantire il corretto funzionamento del dispositivo e delle app, ma anche a proteggere gli apparecchi da eventuali minacce informatiche.

Recentemente, Apple ha dichiarato che nelle penultime versioni iOS e iPadOS erano presenti dei bug sfruttabili da hacker per violare i dispositivi. Il primo passaggio, quindi, è controllare se sia installata la versione 14.4. In caso contrario, il consiglio è quello di procedere con l’installazione della suddetta, così da assicurarsi la protezione.

Per controllare che il sistema operativo sia effettivamente aggiornato basta visitare le Impostazioni del gadget alla voce ‘Generali‘ e ‘Aggiornamento software‘.

Apple, problemi di sicurezza: chi ha scovato i bug e quali sono i rischi

I bug sono stati scoperti grazie all’aiuto di un ricercatore esterno all’azienda e riguardano due diversi elementi del software che compone iOS e iPadOS:

  • il primo riguarda il kernel, ossia il nucleo del sistema operativo che mette in contatto le componenti fisiche del prodotto, ossia l’hardware, con il software;
  • il secondo è Webkit, ovvero il motore grafico che permette al browser Safari (e ad altre componenti del sistema operativo e delle app) di visualizzare pagine web.

I bug emersi potrebbero essere sfruttati dagli hacker in una catena con altri bug, arrivando addirittura ad acquisire il controllo dei dispositivi o a mettere le mani sui dati al loro interno. Apple non ha spiegato nel dettaglio in che modo si possa violare la sicurezza, ad esempio se sia possibile farlo da remoto o se serva un accesso fisico ai dispositivi.

Il problema, però, è che oltre alla segnalazione delle vulnerabilità la Apple ha comunicato di aver avuto notizia che le falle riportate potrebbero essere già state sfruttate per compiere attacchi a smartphone e tablet.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Apple, problemi di sicurezza per chi ha un iPhone o un iPad: cosa fare