Zona gialla, arancione e rossa dopo l’11 gennaio: la mappa delle Regioni

Da lunedì 11 gennaio torna la suddivisione dell'Italia per zone di colore in base ai vari indici Rt

AGGIORNAMENTO: In base all’ultimo report Iss di venerdì 8 gennaio, sono 5 le Regioni che a partire da domenica 10 gennaio diventano zona arancione. I contenuti riportati in questo articolo sono quindi da considerarsi superati. Vi rimandiamo qui per l’aggiornamento completo.

Da lunedì 11, in base a quanto previsto dal decreto 5 gennaio varato dal governo Conte, un provvedimento ponte che ha solo la funzione di traghettare il Paese fino alla scadenza del 15 gennaio del precedente Dpcm 3 dicembre, torna la suddivisione dell’Italia per zone di colore.

In base ai vari indici Rt, quindi, le Regioni verranno classificate in zona gialla rafforzata, arancione o rossa. E’ tuttavia probabile che una simile suddivisione, con le stesse regole, resti anche nel Dpcm 15 gennaio che sostituirà il precedente.

Secondo l’ultimo report Iss, per la terza settimana consecutiva l’indice di trasmissibilità Rt è in salita a quota 0,93, rispetto allo 0,90 della settimana scorsa e allo 0,86 di 15 giorni fa. L’incidenza settimanale è di 135 casi su 100mila abitanti. Un valore ancora molto lontano da livelli che permetterebbero il completo ripristino sull’intero territorio nazionale del tracciamento dei casi: per farlo, dovremmo arrivare a 50 casi ogni 100mila in 7 giorni.

Sono ben 6 le Regioni con un Rt sopra 1 e 3 con un indice molto vicino. Quindi sono diverse le Regioni che rischiano di trovarsi in zona arancione a partire dalla prossima settimana.

Nuovo Rt con valori più bassi

Da lunedì scatta un nuovo sistema di valutazione dell’indice Rt:

  • con Rt a 1 scatta la zona arancione (prima era 1,25)
  • con Rt a 1,25 scatta la zona rossa (prima era 1,5).

Per conoscere con certezza la suddivisione delle Regioni per colore è comunque necessario attendere il nuovo monitoraggio dell’Istituto Superiore di Sanità e del Ministero della Salute che arriverà venerdì 8 gennaio, ma stando ai dati disponibili in questo momento ecco come potrebbe essere la mappa delle Regioni per colore.

Regioni in zona gialla rafforzata

Le possibili Regioni e Province autonome che si troverebbero in zona gialla rafforzata a partire da lunedì 11 gennaio in base all’indice Rt dell’ultimo monitoraggio Iss (qui trovate tutte le misure in vigore nella versione “rafforzata”):

  • Abruzzo 0,65
  • Campania 0,78
  • Lazio 0,84
  • Molise 0,89
  • Piemonte 0,71
  • Provincia autonoma di Bolzano 0,76
  • Provincia autonoma di Trento 0,71
  • Toscana 0,79
  • Sardegna 0,78
  • Sicilia 0,93
  • Umbria 0,8
  • Valle d’Aosta 0,83
  • Emilia Romagna 0,98
  • Friuli Venezia Giulia 0,96
  • Marche 0,99.

Regioni in zona arancione

Le possibili Regioni e Province autonome che si troverebbero in zona arancione, con le eccezioni previste nel decreto Natale, a partire da lunedì 11 gennaio in base all’indice Rt dell’ultimo monitoraggio Iss:

  • Basilicata 1,09
  • Calabria 1,09
  • Liguria 1,07
  • Lombardia 1
  • Puglia 1
  • Veneto 1,07.

C’è però da segnalare il dato in rialzo dell’Emilia Romagna, con un Rt medio degli ultimi giorni pari a 1,05 che la farebbe stare in zona arancione, e una lieve flessione invece in Liguria, dove secondo quanto dichiarato dal governatore Toti si sarebbe attorno allo 0,95 e quindi si potrebbe immaginare la zona gialla rafforzata.

Nessuna Regione al momento finirebbe in zona rossa.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Zona gialla, arancione e rossa dopo l’11 gennaio: la mappa delle...