10 consigli per sviluppare l’intelligenza dei vostri figli

Non è il solo Q.I. a determinare la capacità di apprendimento: ecco 10 consigli per sviluppare l'intelligenza dei vostri figli

C’è stato un tempo in cui si riteneva che la capacità di apprendimento fosse unicamente legata al livello di Quoziente Intellettivo.

Si credeva talmente tanto in questa affermazione, che psicologi e studiosi si impegnarono nel creare test sempre più accurati e precisi che fossero in grado di stabilire con esattezza il Q.I. del bambino esaminato e di inserirlo nella classe più adeguata. Nel corso del tempo, però la scienza ha cambiato idea.

Il successo nella vita non è sempre legato ad un quoziente intellettivo alto, ma concorrono spesso altri fattori, come gli stimoli cognitivi ricevuti fin dall’infanzia, l’ambiente sociale nel quale il bambino cresce e si confronta, le esperienze che la famiglia offre fin dalla tenera età. Gli scienziati hanno quindi individuato diverse strategie in grado di aiutare i vostri figli a sviluppare al meglio le loro capacità cognitive e, quindi, ad avere maggiori probabilità di raggiungere successo nella vita.

  1. Studiare musica. Sempre più studi lo confermano: prendere lezioni di musica rende i bambini più brillanti, anche se le differenze non sono così nette. Canto, chitarra o pianoforte non rendono più intelligenti, ma, stando ad una ricerca dell’Università di Harvard, aiuterebbe a sviluppare creatività, disciplina e autostima, aumentando la memoria e il bagaglio culturale. Inoltre compenserebbe l’invecchiamento;
  2. Fare sport: mantenere una buona forma fisica aumenta le capacità di apprendimento. Secondo alcune ricerche infatti un allenamento costante migliora la memoria e permette di imparare più velocemente;
  3. Leggere insieme: secondo uno studio pubblicato sulla rivista Child Development leggere insieme a mamma e papà fin da piccoli favorirebbe un migliore sviluppo dell’intelligenza verbale e delle capacità cognitive ad essa correlate. È importante abituarli a scorrere le parole e non guardare solo le figure: questo aiuterà un approccio a lettura e scrittura anche in bambini svantaggiati;
  4. Dormire bene: riposare un tempo adeguato permette ai bambini di maturare e sviluppare le proprie capacità cognitive, migliorando concentrazione e memoria. Perdere anche solo un’ora di sonno significa una perdita di due anni di sviluppo cognitivo;
  5. Disciplina: non è tanto l’intelligenza a portare al successo, ma sono la forza di volontà e la costanza a permettere di ottenere grandi risultati. Secondo alcune osservazioni, i compagni che si dedicano con serietà ai compiti raggiungeranno obiettivi più grandi nella vita, rispetto ai compagni più lavativi;
  6. Apprendimento attivo: ciò che più stimola la capacità cognitiva del bambino non è lo studio, ma la pratica. Se si vuole imparare un testo, è utile infatti passare il 30% del tempo a leggerlo e più della metà a mettere in pratica quanto si è letto. Bruno Munari diceva: “se vedo ricordo, se faccio capisco”;
  7. Dieta corretta: l’alimentazione costituisce un ingrediente fondamentale per mantenere lucidità di pensiero e memoria pronta. È da preferire un alto contenuto di carboidrati e fibre o a digestione lenta e l’attenzione deve essere costante. Sull’apprendimento, influisce ciò che si è mangiato fino a 7 giorni prima: troppe proteine e grassi animali rallentano infatti la capacità di apprendimento;
  8. Felicità: l’intelligenza non rende felici, ma la felicità influisce positivamente su memoria, lucidità e prontezza. Un’infanzia felice getta le basi per un futuro di successo nel lavoro e in amore;
  9. Sana competizione: tra i fattori che concorrono a sviluppare l’intelligenza, c’è anche l’ambiente sociale nel quale il bambino cresce. Il gruppo di pari in cui si è inseriti potenzia infatti le capacità cognitive, tanto che studenti con voti bassi inseriti in gruppo con performance elevate, miglioreranno i risultati;
  10. Credere in loro: avere fiducia nelle capacità dei bambini, stimolarli con esperienze ricche e formative e incentivare la loro autonomia in famiglia come a scuola, permette loro di eccellere e migliorare il loro Q.I.
10 consigli per sviluppare l’intelligenza dei vostri figli