Vertice Ue, Conte parla su Facebook: cosa succede

Il presidente del Consiglio spiega a che punto sono i negoziati in Europa sui fondi per la crisi coronavirus

“Siamo in una fase di stallo, si sta rivelando più difficile del previsto” così il presidente del Consiglio Giuseppe Conte in diretta Facebook durante una pausa dai difficili negoziati in corso da ieri nell’Unione europea. Tante le questioni ancora in bilico nel vertice europeo per l’approvazione del Bilancio pluriennale europeo e soprattutto del Next generation Ue il programma di finanziamenti per la ripresa europea dalla crisi del nuovo coronavirus.

L’ostacolo Olanda

L’ostacolo principale rimane sempre l’Olanda, come confermato dalle parole del premier Conte: “Ci stiamo confrontando duramente con L’Olanda e con i Paesi frugali che non condividono la necessità di una risposta così sussistente per i sussidi ma mettono in discussione in parte i prestiti. Stiamo cercando di coinvolgere tutti nella prospettiva europea”. A essere messa in discussione da Paesi Bassi e le altre nazioni facenti parte dei cosiddetti “frugali”, non solo la cifra di 750 miliardi di finanziamenti, e la loro divisione tra sussidi e prestiti, tanto da chiedere di tagliare 155 miliardi dal totale. Ma anche se assegnare il ruolo di controllo al Consiglio europeo o alla Commissione. “Alcuni stati mettono in discussione l’ammontare dei sussidi – continua Conte su Facebook –  poi ci sono degli aspetti procedurali per quanto riguarda le verifiche sull’esecuzione del programma, aspetti complessi che riguardano la distribuzione delle competenze tra commissione, consiglio e Parlamento”

L’obiettivo di Conte

“Dobbiamo trovare una sintesi – continua il premier – perché è nell’interesse di tutti ma certo anche mantenendo bene le coordinate più importanti, a partire dal fatto che gli strumenti devono essere proporzionati alla crisi ed effettivi, cioè efficaci. La nostra risposta deve essere pronta, collettiva, solida, robusta”. L’appello del presidente del Consiglio rimane sempre quello di una soluzione comune nell’interesse di tutti i cittadini europei: “Sto invitando tutti a convergere verso un obiettivo comune, quello di approvare Next Generation Eu, che è un programma per la ripresa europea, non solo dei Paesi più colpiti, ma di tutta l’Europa”

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Vertice Ue, Conte parla su Facebook: cosa succede