Vaccino Covid terza dose, ecco il piano di Figliuolo

Si accelera sulla programmazione per l'inoculazione delle terze dosi, nuova circolare alle Regioni.

Terza dose vaccino Covid, nuova circolare del commissario straordinario all’emergenza Covid Francesco Figliuolo alle Regioni dopo che l’allarme destato dalla variante Omicron ha portato tutti i paesi ad accelerare sul booster. .

Terza dose: le indicazioni

Nel provvedimento si indicano il numero minimo di inoculazioni giornaliere di vaccino, sia per le terze dosi che per le altre, che ”si ritiene auspicabile raggiungere” nel periodo dal 1 al 12 dicembre. ”Tenuto conto – scrive Figliuolo – dell’attuale quadro epidemiologico e nella considerazione che sussiste un’ampia disponibilità di dosi il cui impiego va inteso in senso bilanciato tra le due tipologie di vaccini mRna al momento in distribuzione”.

Nell’occasione ”si ribadisce la massima priorità da garantire a favore delle categorie più vulnerabili al Covid-19 per età e/o elevata fragilità e di quelle per le quali sussiste l’obbligo di vaccinazione”.

Terza dose, target e numeri

Il target di inoculazioni, indicato dal commissario Figliuolo, è di 4,6 milioni di vaccini dal 1 al 12 dicembre, con una media di circa 400mila inoculazioni al giorno.

Nel dettaglio il totale è ripartito a livello nazionale in 400mila somministrazioni giornaliere nel periodo dal 1 al 3 dicembre, 350mila il 4 dicembre, 300mila il 5 dicembre, 450mila il 6 e il 7 dicembre, 300mila l’8 dicembre, 450mila il 9 e il 10 dicembre, 350mila l’11 dicembre e 300mila il 12 dicembre.

Terza dose vaccino, quando, a chi e dove

In linea generale è possibile sottoporsi alla terza dose presso:

  • consueti hub vaccinali
  • medici di famiglia (che potranno contestualmente somministrare anche il vaccino antinfluenzale)
  • farmacie.

La terza dose è di 2 tipi:

  • dose addizionale: una vera e propria terza dose a completamento del ciclo vaccinale, può essere somministrata dopo 28 giorni dal completamento del ciclo primario. I soggetti interessati sono i cosiddetti immunocompromessi (come dializzati, oncologici, oncoematologici, trapiantati di midollo e i soggetti HIV+)
  • dose booster: per la dose booster, cioè il richiamo, devono essere passati almeno 5 mesi dalla somministrazione della seconda dose di vaccino. Quindi tutti coloro che non rientrano nelle categorie a rischio devono attendere i 5 mesi.

Qui le istruzioni su come muoversi per la terza dose regione per regione.

 

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Vaccino Covid terza dose, ecco il piano di Figliuolo