Azzolina: ecco come si svolgeranno gli esami di maturità: date e modalità

La ministra dell'istruzione ha firmato le ordinanze per lo svolgimento degli esami di maturità e di terza media

A un mese esatto dall’inizio delle “danze” arriva finalmente la tanto attesa ordinanza ministeriale, che definisce tempistiche e modalità degli esami di terza media e degli esami di maturità 2020. E, rispetto a quanto anticipato nelle settimane e nei giorni precedenti, non ci sono moltissime novità: confermati gli esami in presenza per gli studenti del V superiore, mentre per chi conclude il ciclo delle scuole medie è prevista solo una tesina.

Nell’ordinanza firmata dalla ministra Azzolina vengono ovviamente specificate le modalità ci dovranno attenersi le commissioni d’esame e le norme di sicurezza sanitaria che commissari e studenti dovranno osservare nel corso dello svolgimento della prova. Insomma, tutto come da programma con pochissime sorprese rispetto a quanto già annunciato.

Come si svolge l’esame di maturità 2020

L’emergenza sanitaria ha letteralmente sconvolto l’esame di Stato così come eravamo abituati a conoscerlo. Non si terranno (ovviamente) prove scritte, che verranno sostituite da una prova orale più lunga (durata massima 1 ora a candidato) e completa rispetto al passato. Il giorno scelto per l’inizio degli esami di maturità 2020 è il 17 giugno, come ampiamente già annunciato.

L’esame prenderà il via discutendo una tesina-elaborato che gli studenti concernente le discipline di indirizzo (ossia, quelle individuate in precedenza per lo svolgimento della seconda prova) e seguirà con l’analisi di un testo d’italiano scelto dal commissario interno. Si proseguirà con l’analisi del materiale scelto dalla commissione e riguardante le altre materie d’esame.

Non mancherà spazio, infine, per parlare dell’esperienza personale dell’alternanza scuola-lavoro e un’ultima parte d’esame dedicata alle attività relative a “Cittadinanza e Costituzione”. Come detto dallo stesso ministro nel corso della conferenza stampa, ai candidati verrà chiesto come hanno vissuto il periodo di quarantena e come questo ha mutato il loro modo di vivere.

Sul fronte delle precauzioni sanitarie, invece, è stata stabilita una distanza minima di 2 metri tra il candidato e la commissione e tra i 7 membri della commissione stessa (1 presidente esterno, e 6 commissari interni). Se queste distanze verranno rispettate sarà possibile svolgere la prova senza indossare mascherine.

La valutazione, come già annunciato, seguirà uno schema diverso rispetto al passato: il curriculum dello studente varrà un massimo di 60 crediti; la prova orale 40 crediti.

Come funzionano gli esami di terza media 2020

Gli esami di terza media si svolgeranno invece da remoto. Gli studenti hanno tempo fino al 30 giugno per realizzare un elaborato/tesina, da discutere poi su piattaforma di videoconferenza individuata dalla scuola.

Quando riprenderà la scuola a settembre

Nel corso della conferenza stampa, la ministra Azzolina ha anche anticipato alcuni dettagli su come e quando dovrebbe riprendere la scuola il prossimo settembre. Secondo la Azzolina, si sta lavorando di concerto con le Regioni affinché sia possibile ricominciare tutti, nessuno escluso, sin dai primi giorni di settembre. L’obiettivo, insomma, è quello di evitare la divisione dalla classe in due o più gruppi, con alternanza tra lezioni a distanza e lezioni in presenza.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Azzolina: ecco come si svolgeranno gli esami di maturità: date e moda...