Superbonus, ecobonus e bonus casa: nuove procedure Enea dal 1° ottobre

Cambia la comunicazione Enea: lo Spid è già attivo sul sito dal 1° settembre, ma tra un mese diventerà l’unica forma di autenticazione valida.

Novità in arrivo per l’accesso sui portali Enea a Superbonus 110%, Ecobonus e Bonus casa. A partire dal 1° ottobre, per l’accesso alle nuove pratiche occorrerà autenticarsi esclusivamente con Spid.

Le nuove procedure con autenticazione mediante Spid sono già attive dal 1° settembre, ma tra un mese diventeranno l’unica forma di autenticazione valida. Enea avverte che gli account di tipo “intermediario” intestati ad aziende potranno continuare ad utilizzare la vecchia login Enea.

Enea, cambiano le procedure per le pratiche

Dal 1° settembre 2021, sul sito Enea è possibile utilizzare l’autenticazione tramite Spid per trasmettere l’asseverazione tecnica utile per l’accesso alle detrazioni fiscali per la riqualificazione energetica degli edifici (Superbonus 110% ed Ecobonus) e per quelle dedicate alle ristrutturazioni edilizie (Bonus casa).

Dal 1° ottobre 2021, si potrà accedere ai portali solo utilizzando il Sistema pubblico di identità digitale.
Enea ha previsto una fase transitoria che consente l’accesso sia tramite le credenziali già in possesso, sia tramite Spid; tranne nel caso di registrazione dei nuovi asseveratori che dovranno utilizzare Spid già a partire dal 1° settembre 2021. La fase transitoria durerà fino al 30 settembre 2021.

Enea comunica che per trasferire “le asseverazioni e le polizze assicurative dal vecchio al nuovo account con SPID, occorre eseguire l’operazione di migrazione. Tale operazione può essere svolta unicamente dall’Asseveratore. Al termine dell’operazione di migrazione, il vecchio account dell’Asseveratore sarà vuoto e non conterrà più le precedenti asseverazioni né le polizze assicurative, che saranno disponibili solo nel nuovo account con SPID”.

Enea, cos’è e a cosa serve

Ricordiamo che sul sito Enea è obbligatorio creare e protocollare le asseverazioni relative al superbonus 110%, alla fine dei lavori e quando si opta per la cessione del credito e lo sconto in fattura per gli stati di avanzamento lavori al 30% e al 60%.

Relativamente alle detrazioni fiscali per le ristrutturazioni edilizie (ecobonus aliquote del 50%, 65%, 70%, 75%, 80% e 85%) che comportano risparmio energetico e/o utilizzo delle fonti rinnovabili, occorre trasmettere all’Enea le informazioni sugli interventi terminati.

L’invio della scheda descrittiva è richiesto anche per gli interventi influenti dal punto di vista termico o che interessino il rifacimento dell’intonaco per oltre il 10% della superficie disperdente complessiva totale dell’edificio di cui al bonus facciate (aliquota di detrazione pari al 90% delle spese sostenute nel 2020 e nel 2021).

Comunicazione Enea, i tempi

Ricordiamo che le novità riguardano solo l’aspetto operativo degli adempimenti, mentre le scadenze sostanziali rimangono le stesse: la comunicazione Enea deve essere comunque trasmessa entro 90 giorni dalla conclusione dei lavori per cui si vuole ottenere la detrazione.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Superbonus, ecobonus e bonus casa: nuove procedure Enea dal 1° ottobr...