Spese sanitarie, guida dell’Agenzia delle Entrate: tutte le agevolazioni

Un vademecum utile per tutte le famiglie, tra vecchie agevolazioni e nuove detrazioni fiscali

Alle note detrazioni fiscali si aggiungono alcune voci nel vademecum pubblicato dall’Agenzia delle Entrate, in merito al 730 che sarà presentato nel 2019.

L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato un vademecum per far chiarezza su tutte le detrazioni fiscali che è possibile richiedere. Un documento molto utile, che si apre con tutte quelle che sono le novità introdotte per il 2018 in termini di spese sanitarie, con i primi effetti a partire dalle dichiarazioni dei redditi del 2019.

In Italia le agevolazioni e detrazioni fiscali più richieste dai contribuenti, in merito alla documentazione del 730, sono le spese mediche che le famiglie hanno dovuto sostenere nell’arco dell’anno trascorso. Guardando ai redditi del 2017, la quota toccata da tali esborsi è pari a 720 milioni di euro.

Generalmente la detrazione prevista è pari al 19% per la quota che eccede la soglia di 129.11 euro. L’elenco delle agevolazioni è alquanto ampio e, sottolineando una delle novità importanti, sarà possibile la detrazione per gli alimenti acquistati a fini medici.

Ecco l’elenco delle detrazioni:

  • Prestazioni di un medico generico
  • Acquisto di alimenti a scopo medico (esclusi quelli destinati ai lattanti)
  • Acquisto di medicinali (da banco o con ricetta)
  • Terapie, analisi, ricerche e indagini radioscopiche
  • Prestazioni specialistiche
  • Prestazioni chirurgiche
  • Trapianto di organi
  • Ricoveri per degenza o connessi a interventi
  • Acquisto o noleggio di attrezzature mediche
  • Cure termali

A ciò si aggiungono quelle che possono essere considerate spese per un’assistenza medica specifica:

  • Prestazioni di personale qualificato, addetto all’assistenza della persona
  • Assistenza riabilitativa o infermieristica
  • Prestazioni del personale delle attività assistenziali di nucleo
  • Prestazioni del personale qualificato di animazione e terapia occupazionale
  • Prestazioni del personale con qualifica di educatore professionale

Per quanto riguarda gli AFM, alimenti medici a fini speciali, sono quelli ritenuti utili per i soggetti che soffrono di particolari patologie metaboliche o di diabete. Questi, non potendo seguire una dieta ordinaria, sono costretti a una spesa specifica, che il governo intende in parte sovvenzionare. Esclusi, come detto, gli alimenti per i lattanti, non detraibili.

Al fine di poter trarre beneficio da tali agevolazioni, sarà fondamentale conservare i documenti che attestino il sostentamento effettivo della spesa indicata. Scontrini e fatture dovranno essere ben stipate fino al 31 dicembre del quinto anno successivo a quello in cui è stato presentato il modello 730 o quello Redditi.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Spese sanitarie, guida dell’Agenzia delle Entrate: tutte le&nbsp...