Seconde case, stop in alcune Regioni. Ecco quali

Val d'Aosta, Bolzano e Sardegna chiudono le seconde case, limiti anche in Toscana, Campania e Sicilia.

Come ogni venerdì si attende il nuovo report settimanale dell’Iss, sulla base dei dati raccolti dalla Cabina di regia.

Come sappiamo, dal 15 marzo al 2 aprile 2021 e nella giornata del 6 aprile 2021, in tutte le zone gialle si applicano le disposizioni previste per le zone arancioni. Il 3, 4 e 5 aprile, cioè nelle giornate della vigilia di Pasqua, Pasqua stessa e Pasquetta, su tutto il territorio nazionale si applicheranno le restrizioni previste per le zone rosse, con la sola eccezione delle eventuali zone bianche (ad oggi solo la Sardegna è bianca).

Da lunedì 15 marzo in base alle ordinanze del ministro della Salute Speranza l’Italia è così suddivisa:

  • zona bianca: Sardegna;
  • zona gialla: Calabria, Liguria, Sicilia, Valle d’Aosta;
  • zona arancione: Abruzzo, Basilicata, Toscana, Provincia Autonoma di Bolzano, Umbria;
  • zona rossa: Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Lombardia, Marche, Molise, Piemonte, Provincia di Trento, Puglia, e Veneto.

La Sardegna, fresca della nuova ordinanza del governatore Solinas che vieta l’ingresso sull’isola ai non residenti se non in casi eccezionali, dovrebbe restare per la terza settimana consecutiva in zona bianca. Se dovesse passare gialla, verrebbe balzata in un attimo dalla libertà quasi totale alle regole della zona arancione.

E qui si innesta la questione relativa alle seconde case ed alle relative ordinanze locali. In Sicilia resta necessario esibire un tampone negativo per varcare i confini. La Toscana sta valutando un’ordinanza che vieti gli arrivi durante i week end e nel ponte di Pasqua. Altre Regioni si sono invece già mosse. Nel dettaglio:

  • La Val d’Aosta ha emesso un’ordinanza che impedisce ai non residenti, dal 15 al 28 marzo, gli spostamenti in entrata per recarsi nelle seconde case. La Regione è in fascia arancione e il presidente, Erik Lavevaz, spiega che lo scenario di criticità impone misure stringenti. Si tratta di “una misura temporanea, che chiede sacrifici sia ai valdostani sia a coloro che hanno scelto la Valle d’Aosta come luogo dove recarsi spesso”.
  • La provincia autonoma di Bolzano – Alto Adige limita gli spostamenti verso le seconde case localizzate sul proprio territorio a coloro che risiedono in zone rosse o arancioni rafforzate. Par di capire, la restrizione vale fino a dopo Pasqua.
  • In Sardegna dal 18 marzo al 6 aprile (quindi fin dopo Pasqua) è vietato raggiungere le seconda case; si può entrare solo per motivi di lavoro, salute o necessità e comunque rispettando una serie di rigide regole su tampone, quarantena, e certificato di vaccinazione anti Covid.
  • In Campania sono vietati gli spostamenti verso le seconde case per chi si sposta dentro la Regione.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Seconde case, stop in alcune Regioni. Ecco quali