Sciopero di San Valentino, stop a scuola e mezzi pubblici: modalità e orari

Scioperano gli insegnanti venerdì 14 febbraio, mentre sabato 15 febbraio toccherà ai mezzi pubblici ma solo di due regioni, Emilia Romagna e Trentino Alto Adige

Si preannuncia un fine settimana decisamente complicato sul fronte degli scioperi e per molti un San Valentino da incubo.

Sciopera infatti la scuola venerdì 14 febbraio, mentre sabato 15 febbraio toccherà ai mezzi pubblici ma solo di due regioni, Emilia Romagna e Trentino Alto Adige, e solo con caratteristiche molte specifiche.

Sciopero scuola venerdì 14 febbraio 2020

Lo sciopero della scuola di venerdì 14 febbraio è stato indetto dai sindacati Cub Sur, Adl Cobas, Usi Educazione e Sgb. Stavolta riguarda i docenti precari, che dovranno affrontare il concorso scuola straordinario, ma anche gli insegnanti con un contratto a tempo indeterminato, che chiedono un aumento della retribuzione, il personale ATA, gli educatori e i dirigenti.

Le scuole resteranno comunque aperte, ma le lezioni potrebbero non essere garantite.

Le ragioni dello sciopero

La “protesta di San Valentino” tocca in primo luogo i docenti precari che dovranno affrontare il concorso straordinario che, lamentano i sindacati, metterebbe a disposizione un numero di posti esiguo:

“A fronte di oltre 170mila contratti a tempo determinato, stipulati nell’anno scolastico 2019/2020, il Governo Conte vorrebbe risolvere la questione del precariato con un concorsino per soli 24mila posti nella sola scuola secondaria. La questione del precariato della scuola italiana viene da lontano e, purtroppo, sopravviverà anche ai prossimi concorsi poiché si fonda su un consenso politico trasversale”.

Lavorare da precari, denunciano da tempo i sindacati della scuola, significa non avere certezza di nulla: nessuna garanzia lavorativa per una massa di docenti esclusi da fondamentali diritti economici, come scatti stipendiali, permessi retribuiti, bonus di 500 euro della carta docente. E nessuna garanzia di continuità didattica per gli alunni e le famiglie.

“Il personale precario della scuola (docenti e ATA) costituisce un enorme esercito di riserva a basso costo, utile anche a condizionare negativamente i livelli salariali del personale in servizio a tempo indeterminato”.

Le richieste degli insegnanti

Queste le richieste dei sindacati:

  • stabilizzazione di tutto il personale precario della scuola a partire da quelli con almeno 36 mesi di servizio come prevede la normativa europea 70/99;
  • rinnovo del CCNL che definisca consistenti aumenti salariali per tutto il personale, nella prospettiva del raggiungimento di salari nella media europea;
  • maggiori finanziamenti sull’edilizia scolastica utili a garantire più sicurezza ai lavoratori ed agli utenti,
  • no allo sfruttamento subito dagli studenti in alternanza scuola lavoro;
  • no ad ogni ipotesi di autonomia differenziata.

Sciopero mezzi pubblici sabato 15 febbraio 2020

Sabato 15 febbraio è previsto invece lo sciopero dei mezzi pubblici in Emilia Romagna e quello dei treni in Trentino Alto Adige.
Lo sciopero in Emilia è stato indetto dai sindacati Uil Trasporti, Ugl, Filt Cgil, Faisa Cisal, Fit Cisl e Ugl, per quanto riguarda l’arco di tutte e 24 le ore che racchiude tutti i dipendenti di Strat Romagna. I disagi più grandi interesseranno Rimini.

Le fasce protette in cui i mezzi circoleranno saranno: dalle 6.00 alle 9.00, e dalle 13.00 alle 16.00. Gli scuolabus invece circoleranno regolarmente in tutte le fasce orarie.

In Trentino si fermeranno invece i treni ma solo per un’ora, dalle 2.00 alle 3.00. Queste le categorie sindacali coinvolte: Osp Fit-Cisl/Uilt-Uil/OrsaFerrovie + RSU.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Sciopero di San Valentino, stop a scuola e mezzi pubblici: modalità e...