Ricetta medica: ora bastano mail o whatsapp

Non è necessario recarsi fisicamente nello studio medico. Le novità nell'ordinanza della Protezione Civile.

Niente più visita allo studio medico per ottenere la ricetta cartacea con cui recarsi in farmacia. D’ora in poi sarà sufficiente esibire una e-mail del medico o un messaggio WhatsApp dello stesso, che andranno a sostituire il classico promemoria cartaceo.

Lo ha deciso un’ordinanza firmata dalla Protezione civile. “Dobbiamo fare di tutto per limitare gli spostamenti e ridurre la diffusione del virus Covid-19. Puntiamo con forza sulla ricetta medica via email o con messaggio sul telefono” – ha spiegato il ministro della Salute Roberto Speranza.

Come funziona
La modalità consente ai pazienti di ottenere un codice, detto ‘numero di ricetta medica’, direttamente sul proprio telefono, tramite un sms o un messaggio WhatsApp da parte del medico curante.

In alternativa si può ricevere la ricetta ‘elettronica’ al proprio indirizzo e-mail (normale o Pec). “Al momento della generazione della ricetta elettronica da parte del medico prescrittore – avverte l’ordinanza – l’assistito può chiedere al medico il rilascio del promemoria dematerializzato ovvero l’acquisizione del Numero di Ricetta Elettronica”.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Ricetta medica: ora bastano mail o whatsapp