Prenotazione vaccino anti-Covid: guida e date, Regione per Regione

Pianificazione al momento molto disordinata, visto che ogni Regione fa da sé. Le istruzioni per fare il vaccino anti Covid.

Il piano vaccini in Italia

L’Italia, in base agli accordi stipulati inizialmente, potrà contare sulla disponibilità di 215 milioni di dosi. Le tempistiche e le cifre potranno essere soggette a variazioni in funzione dei processi di autorizzazione e assegnazione delle dosi.

Il primo vaccino ad essere autorizzato in Unione Europea è stato Comirnaty di Pfizer-BioNtech il 21 dicembre. Le vaccinazioni con il Comirnaty sono iniziate con il Vaccine day, il 27 dicembre, in Italia e in Europa.

Quanti e quali vaccini per l’Italia

Guardando a quali e quanti vaccini avrebbero dovuto essere disponibili in Italia, in base ad accordi preliminari d’acquisto sottoscritti dalla Commissione europea e previa AIC, ecco la stima in milioni nel 2021, seppur evidentemente disattesa, sia per i ritardi di Pfizer sia per l’assenza, al momento, di altri sieri.

AstraZeneca: totale 40,38 (16,155 primo trimestre 2021; 24,225 secondo trimestre 2021)
Pfizer/BioNTech: totale 26,9 (28,749 primo trimestre 2021; 8,076 secondo trimestre 2021; 10,095 terzo trimestre 2021)
Johnson & Johnson: totale 53,84 (14,806 secondo trimestre 2021; 32,304 terzo trimestre 2021; 6,73 quarto trimestre 2021)
Sanofi/GSK: totale 40,38 (20,19 primo trimestre 2022; 20,19 secondo trimestre 2022)
Curevac: totale 30,285 (2,019 primo trimestre 2021; 5,384 secondo trimestre 2021; 6,73 terzo trimestre 2021; 8,076 quarto trimestre 2021; 8,076 primo trimestre 2022)
Moderna: totale 10,768 (1,346 primo trimestre 2021; 4,711 secondo trimestre 2021; 4,711 terzo trimestre 2021).

Le prenotazioni nelle Regioni

Fra le Regioni c’è chi ha deciso di coinvolgere i medici di base, chi le farmacie, chi ha preferito il tradizionale Cup (Centro Unico di Prenotazione), chi si è affidato alla piattaforma realizzata da Poste Italiane (la Sicilia è stata la prima ad aderirvi) e anche chi ne ha realizzate di proprie.

Ciò che si può già fare oggi in alcune Regioni – e via via nei prossimi giorni in tutte le altre – è prenotarsi su una piattaforma online dando di fatto la propria adesione. Una volta registrati non sempre si ottiene subito un appuntamento, ma spesso indicazioni successive. Vediamo intanto quali sono le Regioni con chiamata da parte dell’ASL e quali quelle con prenotazione.

Regioni con vaccinazione su chiamata ASL

  • Calabria – I pazienti da vaccinare verranno contattati dalla ASL.
  • Piemonte – Il 21 febbraio si parte con la somministrazione agli over 80. Imedici di base decidono l’ordine di priorità in base alle patologie e alle condizioni di salute, caricando i dati su una piattaforma. In base a ciò la ASL invia a ogni anziano una lettera e un sms per indicare data e luogo della vaccinazione. Chi non è in grado di muoversi verrà vaccinato a domicilio.
  • Toscana – A partire da oggi 15 febbraio, le persone che hanno più di 80 anni vengono contattate dal proprio medico di famiglia che comunica giorno e luogo della vaccinazione. Chi non è in grado di muoversi verrà vaccinato a domicilio.
  • Veneto – A partire da oggi 15 febbraio gli over 80 vengono chiamati direttamente dalla ASL. La vaccinazione viene somministrata presso i Centri di Vaccinazione di Popolazione (CVP). Al momento della somministrazione della prima dose sarà garantito l’appuntamento per la seconda dose.

Regioni con vaccinazione su prenotazione

  • Abruzzo – E’ attiva una piattaforma online su cui ultraottantenni e categorie fragili possono manifestare la volontà di vaccinarsi. Chi si iscrive, viene poi contatto dalla ASL. Chi non ha la possibilità di utilizzare la piattaforma online, può telefonare ai seguenti numeri: 0859218691, 0859218692.
  • Campania – Anche in questo caso c’è una piattaforma online ove manifestare la propria adesione, a cui si accede inserendo codice fiscale e numero della tessera sanitaria. In seguito l’ASL conttatterà gli over 80, a partire da sabato 13 febbraio.
  • Emilia-Romagna – La Regione ha già spedito a chi ha 80 anni o più una lettera con tutte le istruzioni del caso. Occorre prenotarsi tramite: Centri Unici di Prenotazione (Cup), farmacie, Usl di appartenenza, online attraverso il Fascicolo Sanitario Elettronico (Fse), l’App ER Salute, il CupWeb. E’ necessario fornire i dati anagrafici (nome, cognome, data e comune di nascita), e il codice fiscale. Apertura prenotazioni: il 15 febbraio per i nati entro il 1936, dal 1° marzo per i nati fra il 1937 e il 1941. All’atto della prenotazione vengono comunicati data e luogo dell’inoculazione.
  • Friuli Venezia-Giulia – Prenotazioni aperte già dal 10 febbraio, inizio vaccinazioni oggi 15 febbraio. E’ necessario prenotare tramite il CUP delle Aziende Sanitarie e delle farmacie, oppure tramite il Call center al numero unico 0434-223522. Chi non è in grado di muoversi verrà contattato dalla ASL e vaccinato a domicilio.
  • Lazio – Prenotazioni partite il 1° febbraio, vaccinazioni avviate l’8 febbraio. Si utilizza una piattaforma online sul sito della Regione, in cui va inserito il codice fiscale. Al momento della prenotazione, è possibile scegliere il luogo in cui vaccinarsi. Disponibilde un numero per l’assistenza alle prenotazioni e per le eventuali disdette: 06-164161841. Le persone con particolari patologie possono invece chiamare il numero verde 800 118 800 per prenotare la vaccinazione a domicilio.
  • Liguria – E’ possibile prenotarsi a partire da da martedì 16 febbraio attraverso un numero verde dedicato: 800 938818. Altrimenti si passa dagli sportelli Cup, ASL e aziende ospedaliere, medici di base, farmacie, oppure tramite una piattaforma informatica accessibile direttamente dal sito di Regione Liguria. Si procede per scaglioni di età: dal 16 febbraio parte la prenotazione per gli over 90, il 17 febbraio per gli ultra 85enni, dal 18 febbraio possono prenotare tutte le persone con più di 80 anni. Al momento della prenotazione vengono fissati sia la data della prima dose sia quella del richiamo.
  • Lombardia – Prenotazioni online a partire da oggi 15 febbraio, somministrazioni dal 18 febbraio. E’ necessario inserire il numero della tessera sanitaria e un numero di telefono. Ci si può anche rivolgere alle farmacie o al medico di base, che inseriranno la prenotazione nel sistema. Vengono poi comunicate via sms o telefono la data e la sede per l’inoculazione. A disposizione c’è un numero verde per le informazioni (800 894 545).
  • Marche – Prenotazioni aperte dal 12 febbraio, le vaccinazioni partiranno il 20 febbraio. Si prenota attraverso una piattaforma online dedicata, oppure telefonando al numero verde 800.00.99.66. Necessari tessera sanitaria, codice fiscale, CAP di residenza o domicilio. Al momento della prenotazione vengono indicati giorno, orario e sede dell’inoculazione.
  • Molise – Prenotazioni aperte dal 10 febbraio attraverso piattaforma online (necessari codice fiscale enumero di tessera sanitaria). Viene richiesto un numero di cellulare o un indirizzo mail, al quale arriva poi la comunicazione su data e luogo dell’appuntamento. E’ anche possibile prenotare tramite il numero 800329500 da telefono fisso o al numero 0865-724242 da cellulare.
  • Puglia – Prenotazioni dall’11 febbraio contattando il Cup della propria ASL: i riferimenti sono indicati sul portale della Regione). E’ altresì possibile prenotarsi presso le farmacie abilitate (elenco disponibile sul portale della Regione. All’atto della prenotazione vengono indicati data e luogo dell’inoculazione.
  • Sicilia – Prenotazioni aperte dall’8 febbraio, tramite piattaforma telematica (sul portale che la Regione ha dedicato al Coronavirus) oppure call center (numero verde 800.009.966). Per la prenotazione necessari numero di tessera sanitaria e codice fiscale, e un numero di cellulare su cui arriva un messaggio di conferma.
  • Trentino Alto Adige – Si differenziano le province di Trento e Bolzano. Nella Provincia di Trento prenotazioni aperte dal 1° febbraio tramite il servizio online dell’azienda sanitaria provinciale. Al momento della prenotazione, si decide la sede in cui andare a vaccinarsi. Per informazioni e aiuto nella prenotazione, c’è il numero verde 800 867 388. Nella Provincia di Bolzano organizza ìno la campagna i comprensori sanitari, che vanno contattati telefonicamente per essere inseriti in lista d’attesa. Sul sito dell’Azienda Sanitaria dell’Alto Adige sono a disposizione tutti i numeri per le diverse zone di residenza.
  • Umbria – Prenotazioni aperte dal 12 febbraio, inizio vaccinazioni oggi lunedì 15 febbraio, ma solo per i nati nel 1040 e o nel gennaio del 1941. Per tutti gli altri over 80, prenotazioni dal 25 febbraio tramite: portale web dedicato (codice fiscale e numero di cellulare), farmacie, numero verde dedicato 800.192.835.
  • Valle d’Aosta – Vaccinazioni al via l’8 febbraio, per prenotare occorre chiamare il numero 0165-546222.

Dal 31 dicembre 2020 è attiva una dashboard dove sono raccolti i dati e le statistiche relativi alla somministrazione dei vaccini su tutto il territorio nazionale. La potete consultare qui.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Prenotazione vaccino anti-Covid: guida e date, Regione per Regione