Postepay, dal 1° ottobre cambia l’Iban per le carte

A partire dal prossimo 1° ottobre 2018 ci saranno dei cambiamenti sulla carta Postepay Evolution: cosa fare

Nuovo Iban per le carte Postepay. Dal 1° ottobre ci sono diversi cambiamenti importanti che riguardano i possessori di Postepay Evolution e Postepay Evolution Business che, lo ricordiamo, sono carte prepagate che differiscono da quella standard perché constano di Iban grazie al quale è possibile ricevere l’accredito dello stipendio e della pensione nonché effettuare bonifici e domiciliare le utenze.

La variazione dell’Iban sarà comunicata ai titolari delle carte con una lettera in cui viene indicato il nuovo Iban. In un comunicato l’azienda guidata da Matteo Del Fante spiega i motivi di questo cambiamento: “L’operazione è concomitante con un’operazione societaria di trasferimento di ramo d’azienda, che determina la nascita di Postepay S.p.A”.

AVVERTENZE IMPORTANTI – Poste Italiane ha voluto rassicurare i clienti che sono entrati in allarme per gli accrediti degli stipendi e anche per i bonifici. Questo cambiamento non avrà conseguenze sulla operatività delle carte e nemmeno sulla loro sicurezza.
I bonifici e i postagiro che hanno come riferimento il vecchio codice Iban per un “periodo di tempo non inferiore ai 12 mesi” verranno reindirizzati alle vecchie coordinate. Quindi chi ha una carta per circa 12 mesi non dovrà comunicare variazioni di Iban, mentre chi attiverà mandati nuovi Sepa dopo il primo ottobre dovrà usare il nuovo Iban presente nella lettera ricevuta da Poste Italiane.

DOVE TROVARE IL NUOVO IBAN – Il nuovo Iban è anche disponibile sul sito postepay.it e sull’app della carta. I titolari delle carte potranno comunque continuare ad usare la carte per prelievi e versamenti.

LE MODIFICHE COL CAMBIO IBAN – Il Miur ha comunicato che i docenti che ricevono lo stipendio sulla carta Postepay Evolution dovranno inserire il nuovo codice Iban all’interno della piattaforma NoiPa. In alternativa potranno comunicare il nuovo Iban all’amministrazione scolastica che provvederà ad inserirlo nel sistema.
Per quanto concerne i bonifici Sepa ed i PostaGiro in entrata, essi saranno reindirizzati in automatico sulle nuove coordinate. Coloro che hanno addebiti diretti Sepa, come ad esempio la domiciliazione delle bollette del gas e della luce, dovranno comunicare ai vari enti il nuovo Iban. Fatta tale operazione il rapporto sarà il medesimo senza interruzioni o costi aggiuntivi.
Il servizio SIMPly BancoPosta scomparirà in quanto le medesime operazioni potranno essere esplicate mediante la app di Postepay. Anche la ricarica della sim PosteMobile mediante l’app e l’utilizzo della tecnologia contactless per qualsiasi pagamento scompariranno.

 

Postepay, dal 1° ottobre cambia l’Iban per le carte