Patenti e revisioni, scadono le ultime proroghe Covid: quando e cosa fare

Entro il 29 giugno andranno rinnovate le patenti scadute durante lo stato di emergenza

Mercoledì 29 giugno scade anche l’ultima delle proroghe che erano state concesse per l’emergenza Covid relative a documenti e adempimenti legati alla circolazione stradale. Tornano quindi le scadenze ordinarie per patenti e revisioni.

Il termine del 29 giugno è importante soprattutto per le visite mediche di rinnovo delle patenti, delle Cqc (le carte di qualificazione necessarie ai conducenti professionali di mezzi pesanti) e dei Cfp (certificati di formazione professionale) per il trasporto di merci pericolose. Entro questa data andranno rinnovate tutte quelle scadute durante il lungo periodo in cui è stato in vigore lo stato di emergenza (31 gennaio 2020-31 marzo 2022), come era stato previsto dal dl Cura Italia).

Visite mediche

Entro il 29 giugno deve sottoporsi alla visita anche chi deve passare per la Commissione medica locale (per esempio, i disabili) e aveva il consueto permesso provvisorio rilasciato a causa delle lunghe liste di attesa. Discorso analogo per i titolari di patenti per camion o bus (categorie CE, D1E, D e DE) che durante lo stato di emergenza hanno superato rispettivamente i 65 e i 60 anni, arrivando all’età per la quale si può continuare a guidare mezzi pesanti solo dopo controllo effettuato dalla Commissione. Scadono il 29 giugno anche gli attestati di fine corso di qualificazione iniziale o periodica per la Cqc e quelli per il conseguimento e il rinnovo dei Cfp.

Fogli rosa

Regole analoghe per le proroghe delle scadenze dei fogli rosa: quelle comprese fra il 31 gennaio 2020 e il 31 marzo scorso finiscono il 29 giugno. Quanto alle revisioni e ai controlli sui veicoli o su loro parti, tutte le proroghe sono già scadute, tranne quelle per approvazione tecnica dei veicoli-frigo (Atp), sostituzione o riqualificazione bombole a metano (Cng) e prove periodiche di tenuta ed efficienza delle cisterne: le scadenze comprese nel periodo dello stato di emergenza sono anch’esse rinviate al 29 giugno. Idem per le autorizzazioni per trasporti eccezionali, alla circolazione di prova e all’effettuazione di scorte tecniche..