L’ora legale sarà abolita. L’annuncio della Commissione europea

La Commissione europea proporrà la fine del cambio da ora legale a solare. Dovranno esprimersi il Parlamento e il Consiglio europeo

La Commissione europea proporrà di abolire l’ora legale in tutta l’Unione europea. Lo ha annunciato il presidente Jean-Claude Juncker: “La gente vuole farlo, quindi lo faremo”, ha detto.

La proposta della Commissione consiste nell’adottare l’ora legale per tutto l’anno, abbandonando il passaggio all’ora solare durante l’inverno. Una misura che dovrà comunque essere approvato dal Parlamento europeo e dai capi di Stato e di governo.

“C’è stato un sondaggio pubblico, hanno risposto in milioni e c’è la volontà che l’orario estivo sarà quello usato tutto l’anno in futuro – specifica Juncker – Quindi sarà così”.

Nel sondaggio, cui hanno partecipato 4,6 milioni di europei, l’80% si sarebbe espresso a favore di questa ipotesi. “Milioni di persone hanno risposto e credono che dovrebbe essere così – ha detto Juncker – La richiesta di abolire l’ora solare è sostenuta da una parte importante dell’opinione pubblica dei Paesi del Nord – spiega ancora il presidente della Commissione – che denunciano i danni per la salute del cambio di ora.

Ad accendere il dibattito sono stati in particolare i Paesi del Nord e Baltici, ritenendo superate le ragioni dell’ora legale quale il risparmio energetico e adducendo anche motivi di sanità pubblica come i costi dei disturbi del sonno provocati dal cambiamento orario.

Nei paesi del Nord Europa, le giornate estive sono di per sé molto dilatate: l’ora legale accentua un fenomeno già presente. In Finlandia, ad esempio, il 21 giugno, il Sole sorge prima delle 4 e tramonta alle 22.40: una giornata quindi di quasi 19 ore di luce. Senza l’ora legale, il sole tramonterebbe ad un orario più tollerabile. E non si tratta di un problema che riguarda solo i paesi scandinavi: anche in Francia e in Germania nel giorno più lungo dell’anno il Sole tramonta molto più tardi che in Italia.

Resa obbligatoria in ogni Stato dalla Direttiva Ue 84 del 2000, l’ora legale nasce per esigenze di risparmio energetico e per consentire un maggiore sfruttamento dell’irradiazione dei raggi solari nel periodo estivo. Ma, come sottolinea l’eurodeputata finlandese Heidi Hautala, il costo dell’illuminazione nel corso degli ultimi 18 anni si è notevolmente abbassato. Così come si sono fortemente abbassati i consumi, rendendo – secondo la politica finlandese – inutile lo spostamento delle lancette due volte l’anno.

 

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

L’ora legale sarà abolita. L’annuncio della Commissione e...