Nasce Facebook Pay: come funziona il servizio di pagamenti e acquisti online

La società di Mark Zuckerberg chiarisce subito: Facebook Pay e Libra sono due progetti distinti e separati

Facebook ha ufficialmente lanciato un nuovo servizio di pagamento online che consentirà agli utenti che usano l’app di inviare e ricevere denaro quando vogliono e dove vogliono. Lo strumento sarà esteso anche a Instagram, WhatsApp e Messenger e, al contrario di quanti molti possano pensare, è da considerarsi indipendente dal progetto Libra (sul quale il team di Mark Zuckerberg sta ancora lavorando).

Facebook Pay è simile a molti altri servizi di pagamento online (come Apple Pay per esempio) ma, come è stato spiegato durante l’annuncio ufficiale fatto ieri sera, consentirà agli utenti di trasferire denaro direttamente dal proprio conto bancario o dalla propria carta di credito senza dover pagare commissioni.

Messenger, come i ben informati sapranno, ha già un servizio che può essere usato per l’invio di pagamenti in denaro ma, a differenza di Facebook Pay, questo non supporta le carte di credito. Facebook Pay, invece, accetterà la maggior parte delle principali carte di credito (tra cui quelle del circuito Visa e Mastercard) e potrà essere collegato ad un conto Paypal.

Facebook Pay nasce per facilitare i pagamenti attraverso i social network e le app più popolari gestite dalla società di Zuckerberg. Il servizio sarà lanciato questo fine settimana negli Stati Uniti e sarà disponibile, per ora, esclusivamente per gli utenti che usano Messenger e Facebook. Durante questa prima fase potrà essere utilizzato per inviare denaro per raccolte fondi, effettuare da persona a persona, acquistare biglietti per eventi e portare a termine compravendite gestite da pagine e attività commerciali che operano sul mercato di Facebook (i cosiddetti Marketplace).

Per utilizzare  il servizio non bisogna avere un account Facebook, sebbene sia necessario accedere all’app per utilizzarlo. L’opzione dei pagamenti online, inoltre, non sarà un’estensione automatica di Facebook (o di Instagram e WhatsApp quando sarà utilizzabile anche attraverso queste applicazioni). Facebook Pay, infatti, dovrà essere essere aggiunto a ciascuna app singolarmente, attivando lo strumento di pagamento direttamente dalla sezione impostazioni.

“Nel corso del tempo, prevediamo di portare Facebook Pay a più persone e luoghi, anche per l’uso su Instagram e WhatsApp”, ha spiegato Deborah Liu, vicepresidente del mercato e del commercio di Facebook. Non è escluso, quindi, che il servizio arrivi presto anche in Italia.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Nasce Facebook Pay: come funziona il servizio di pagamenti e acquisti&...