L’autodichiarazione spostamenti tra Regioni dal 18 maggio: scarica il nuovo modello

Dovremo aspettare il 3 giugno per tornare a spostarci liberamente tra Regioni, ma intanto è possibile farlo per precisi motivi. Ecco il nuovo modulo

Dovremo aspettare ancora fino al 3 giugno per poterci spostare liberamente su tutto il territorio nazionale, tra Regioni, e da e per l’estero.

Tuttavia, dal 18 maggio, entrata in vigore del nuovo decreto 17 maggio che stabilisce le nuove regole per spostamenti e riaperture nella Fase 2 del Coronavirus, il Governo ha elaborato un nuovo modulo per l’autodichiarazione degli spostamenti.

I controlli delle forze dell’ordine

Intanto le forze di polizia fanno sapere che dal 4 al 17 maggio, prima parte della Fase 2, hanno proseguito la consueta attività di controllo su spostamenti e attività commerciali al fine di contenere e gestire l’emergenza epidemiologica da Covid-19.

Durante questo periodo i controlli hanno interessato 2.412.174 persone e 911.777 esercizi o attività commerciali: di questi, 26.855 cittadini hanno ricevuto una sanzione, l’1,11%, e 1.349 esercenti, lo 0,15% sul totale. Una quota significativamente bassa.

Spostamenti senza limitazioni nella Regione

All’interno della Regione ci si può ora spostare senza nessuna limitazione, quindi l’autocertificazione non serve più. “Si può andare dove si vuole, in un negozio, in montagna, al mare. Riprende la vita sociale, riprendono gli incontri con gli amici”, ha spiegato il premier Conte in conferenza stampa, sottolineando però la necessità di utilizzare la mascherina, l’obbligo di indossarla nei luoghi chiusi e comunque il dovere di rispettare sempre il distanziamento sociale di almeno 1 metro.

Spostamenti con autodichiarazione da una Regione all’altra

Serve invece l’autodichiarazione per andare in un’altra Regione. Il nuovo modello per gli spostamenti tra Regioni diverse è in vigore invece dal 18 maggio 2020 tra Regioni.

Può essere comunque ancora utilizzato il precedente modello, barrando le voci non più attuali.

Come compilare il modulo

Dopo le informazioni personali, è necessario dichiarare sotto la propria responsabilità:

  • di non essere sottoposto alla misura della quarantena o di non essere risultato positivo al COVID-19 (fatti salvi gli spostamenti disposti dalle Autorità sanitarie);
  • che lo spostamento è iniziato da… (indicare l’indirizzo da cui è iniziato) con destinazione…
  • di essere a conoscenza delle misure di contenimento del contagio vigenti alla data odierna concernenti le limitazioni alle possibilità di spostamento delle persone fisiche all’interno di tutto il territorio nazionale;
  • di essere a conoscenza delle ulteriori limitazioni disposte con provvedimenti del Presidente delle Regione… (indicare la Regione di partenza) e del Presidente della Regione… (indicare la Regione di arrivo) e che lo spostamento rientra in uno dei casi consentiti dai medesimi provvedimenti… (indicare quale);
  • di essere a conoscenza delle sanzioni previste dall’art. 4 del decreto legge 25 marzo 2020, n. 19;
  • che lo spostamento è determinato da:
    – comprovate esigenze lavorative;
    – assoluta urgenza;
    – situazione di necessità;
    – motivi di salute.

Se il modello non ce l’avete con voi o non avete la possibilità di stamparlo, nessun problema. Vi verrà fornito dagli operatori di polizia e può essere compilato al momento del controllo.

>>> Scarica qui il nuovo modello per l’autodichiarazione spostamenti tra Regioni <<<

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

L’autodichiarazione spostamenti tra Regioni dal 18 maggio: scari...