Johnson e Johnson ritira talco per bambini: trovate tracce di amianto

Anche se la concentrazione è bassissima, il produttore ha preferito non correre rischi di alcun genere

Johnson & Johnson ha ritirato un lotto di borotalco per neonati dal mercato perché contenente tracce di amianto. La notizia arriva in seguito alle analisi effettuate dalla Food and Drug Administration (l’autorità statunitense che si occupa dei controlli su cibo e medicinali) ma riguarda potenzialmente tutto il mondo.

Come fa sapere la stessa Johnson & Johnson, il lotto di borotalco incriminato – un totale di 33 mila confezioni di “polverina” – è stato acquistato da online da un rivenditore tutt’ora ignoto. Insomma, il talco potrebbe essere stato venduto ovunque, anche in Italia, senza che gli acquirenti ne sapiano nulla. Il lotto ritirato dal mercato – o che, a voler essere più precisi, dovrebbe essere ritirato – è identificato dal seriale #22318RB. L’azienda statunitense ha così dato il via a delle indagini per risalire al distributore che ha acquistato il lotto e riuscire a recuperare tutte le confezioni già vendute.

Le analisi condotte dalla Food and Drug Administration hanno evidenziato la presenza nel borotalco di “amianto cristolito” (detto anche amianto bianco), è il tipo di amianto più comune e si ricava da minerali quali Olivina e Pirosseno tramite particolari processi fisico-chimici definiti di “serpentinizzazione”. Come le altre tipologie di amianto, anche quello cristolito è tossico e cancerogeno: le sue fibre, particolarmente resistenti, si attaccano a polmoni e pleura, causando un’irritazione delle vie respiratorie di chi le inala. Insomma, un pericolo non solo per i più piccoli, ma anche per i genitori o gli adulti che dovessero utilizzarlo per un qualunque motivo.

L’azienda ci ha tenuto comunque a far sapere che la presenza di amianto nei campioni analizzati dalla FDA era minima: la concentrazione è di appena lo 0,00002% del peso della confezione. Una quantità infinitesimale, ma in seguito a “rigorose indagini interne” e per una maggior sicurezza dei consumator, Johnson & Johnson ha preferito dare il via alle operazioni per il ritiro del lotto dal mercato.

I portavoce del colosso statunitense hanno inoltre sottolineato come nelle analisi condotte dai loro laboratori su vari campioni non sia mai emersa la presenza di amianto o altre sostanze cancerogeni all’interno della polvere di borotalco. Per questo, Johnson e Johnson si è detta disponibile a collaborare con le autorità statunitensi per “determinare l’integrità dei campioni esaminati e la validità dei risultati dei test”.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Johnson e Johnson ritira talco per bambini: trovate tracce di ami...