In banca solo su appuntamento, le nuove regole

Nuovo accordo con l'Abi per contrastare la diffusione del coronavirus e adottare ulteriori misure alternative a ridurre il rischio di contagio

In banca solo su appuntamento, acquisto di mascherine per i dipendenti e altre misure per far rispettare la distanza di almeno un metro.

Sono la nuove regole contenuto nell’accordo tra Abi e i sindacati che integra il protocollo già firmato dalle parti lo scorso 16 marzo , per il contenimento della diffusione del coronavirus e l’adozione di ulteriori misure alternative a ridurre il rischio di contagio.

“Valuteremo la situazione di verifica in verifica ma questo è un altro passo avanti per la tutela della salute dei lavoratori” spiega Lando Maria Sileoni, segretario generale della Fabi, la Federazione Autonoma Bancari Italiani.

Le nuove regole

In banca si potrà entrare solo su appuntamento in tutta Italia, creando così uniformità di regole in tutte le aziende e su tutto il territorio nazionale. I clienti potranno prenotare telefonicamente il proprio appuntamento. Ciò al fine di evitare assembramenti e l’arrivo in banca di clienti per operazioni non necessarie.

Non solo: le “banche si impegnano a porre in essere le necessarie soluzioni organizzative per mantenere la distanza interpersonale di almeno un metro quale principale misura di contenimento della diffusione del virus nonché l’adozione di ulteriori misure alternative a ridurre il rischio di contagio”, spiega Abi.

Un altro aspetto positivo è l’acquisto di mascherine che saranno distribuite ai dipendenti in contatto con il pubblico, a partire dalle zone a maggior rischio di contagio, nonché l’uso di protezioni alternative come per esempio barriere in plexiglass.

Per verificare l’attuazione di queste misure è previsto un nuovo incontro il 2 aprile per verificare le modalità attuative e definire gli interventi di pulizia e sanificazione in azienda.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

In banca solo su appuntamento, le nuove regole