Falso volantino del Ministero dell’Interno e malware “Corona antivirus”: attenzione

Si moltiplicano i tentativi di truffa in tutta Italia, che cercano di sfruttare l'emergenza sanitaria da Covid-19. Ecco cosa ha scoperto la Polizia

Come vi abbiamo raccontato più volte, purtroppo in questa fase emergenziale si sono moltiplicate le azioni di sciacallaggio ad opera di piccoli criminali che si adoperano per sottrarci informazioni personali o rubarci dati preziosi, per poi arrivare a casa nostra o sul nostro conto corrente.

Vi abbiamo ad esempio spiegato quali sono i 5 messaggi pericolosi a cui non rispondere mai, e ai numerosi tentativi di raggiro che stanno dilagando lungo tutto lo Stivale.

Il falso volantino del Ministero dell’Interno

Si è diffuso in questi giorni, in molte province italiane, un volantino falso scritto su carta intestata del “Ministero dell’Interno-Dipartimento della Pubblica Sicurezza”, con il logo della Repubblica Italiana.

Il falso volantino, che in alcune città è stato trovato affisso negli androni dei palazzi e sui muri dei quartieri, invita eventuali non residenti degli stabili a lasciare le case che li ospitano, per rientrare nel proprio domicilio di residenza, perché sarebbe in corso l’attività di controllo delle autorità. Riporta anche l’obbligo di presentare, a richiesta, la documentazione di affitto della casa e i propri documenti con foto.

falso volantino ministero interno coronavirus

Napoli è stata tra le prime città in cui il volantino ha fatto la sua comparsa. Ma poi anche Milano, Torino e moltissime altre città. La questura di Napoli a titolo precauzionale in una nota aveva sottolineato che “si tratta di un tentativo di truffa, dal momento che non è stato predisposto alcun documento di questo tipo. Si ricorda di non aprire la porta di casa a persone sconosciute”. In caso di dubbi, si invita a contattare subito i numeri delle forze dell’ordine.

La Polizia invita a stare molto attenti, perché molto probabilmente si tratta della mossa di qualche malintenzionato per entrare nelle nostre case in questo periodo di emergenza per Covid-19. Chiunque si imbatta in simili volantini è pregato di segnalarne la presenza alle Forze di polizia e di non seguire assolutamente le indicazioni contenute.

Il malware “Corona antivirus”

Non solo. La Polizia postale ha appena scoperto un nuovo malware che rischia di infettare i nostri computer e smartphone. Si chiama di un fantomatico antivirus digitale dal nome “Corona antivirus”, che promette di proteggere dal Covid-19.

La Polizia postale lo ha identificato all’interno di una pubblicità contenuta nel sito web “antivirus-covid19”. Se installato scarica sul pc un malware identificato come Blacknet. Questo nuovo malware è in grado di aggiungere la macchina a una rete di pc controllati da remoto da un amministratore capace di utilizzarla per fini illegali.

Il pericolo, infatti, sta nelle attività che questo hacker è in grado di fare con la macchina, come lanciare attacchi informatici, fare screenshot, scaricare file, rubare dati, sottrarre password e altre cose che metterebbero a rischio l’identità digitale della vittima.

L’invito è sempre lo stesso: diffidare di questi messaggi, evitate di scaricare applicazioni sconosciute e non aprire allegati sospetti. Per ogni informazione utile è possibile consultare e anche segnalare i casi dubbi nel portale della nostra Polizia postale.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Falso volantino del Ministero dell’Interno e malware “Coro...