Facebook, nuova falla: milioni di password visibili

Facebook ha ammesso che per anni ha conservato le password di milioni di utenti senza criptarle, rendendole visibili a tutti i dipendenti

Nuova falla nella sicurezza per Facebook: il social network ha dovuto ammettere che centinaia di milioni di password degli utenti sono state archiviate in un formato leggibile all’interno dei propri sistemi di archiviazione, una modalità che le rendeva chiaramente visibili a migliaia di dipendenti.
Una prassi, ha spiegato il social, che “ha attirato la nostra attenzione perché i nostri sistemi di accesso sono progettati per mascherare le password utilizzando tecniche che li rendono illeggibili”.

In tutto, l’errore di Facebook – che normalmente conserva tutte le password in file criptati – dovrebbe aver riguardato circa 600 milioni di utenti. Facebook ha detto che aveva scoperto il problema a gennaio, spiegando che lo aveva risolto e che aveva già pianificato di avvisare le persone coinvolte. Per il momento non sembra comunque che ci siano rischi concreti legati alla gestione di queste password.

Facebook ha spiegato che nessuna password era visibile all’esterno, che non sono state trovate prove di abusi. L’ammissione del social network segue la denuncia del sito KrebsOnSecurity.com dedicato alle questioni di sicurezza informatica.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Facebook, nuova falla: milioni di password visibili