Il boom degli eco-premi: da Esselunga a Tim, i concorsi delle aziende attente all’ambiente

Sempre più aziende promuovono concorsi che guardano alla sostenibilità ambientale, con bici e monopattini in palio

La svolta ecologica impressa dal nuovo governo di Mario Draghi ha già preso piede nel mondo dell’impresa. Tante le iniziative promozionali legate alla riduzione delle emissioni inquinanti proposte dalle aziende italiane. Un modo per il consumatore di vincere e risparmiare con un occhio al cambiamento climatico.

Da Esselunga a Tim, i concorsi delle aziende attente all’Ambiente: gli eco-premi

Modificare le abitudini di acquisto del cliente tramite le iniziative all’insegna dell’Ambiente. Questo l’obiettivo di tanti marchi che nel Paese stanno investendo sulla sostenibilità. Come ad esempio il gigante dell’alimentare Esselunga che con il concorso “Vinci tu, vince l’ambiente” mette in palio 390 mila premi legati alla mobilità green.

Con 25 euro di spesa o 50 Punti Fragola, presentando la Carta Fidaty, si potrà ricevere alla cassa una cartolina da grattare. Partecipando all’estrazione della catena di supermercati, in scadenza il 17 febbraio, si possono ancora per pochi giorni vincere biciclette, tradizionali e a pedalata assistita, monopattini o anche cestini trolley e buoni spesa, tutta la dotazione necessaria a chi va a fare acquisti lasciando la macchina a casa.

Un’iniziativa simile è promossa da Conad e Tupperware, che mettono in palio 300 biciclette elettriche Brinke. Anche il marchio che fa capo alla Centrale del Latte della Toscana, Mukki, ha scelto di premiare i clienti con le due ruote elettriche di marca Atala.

Non solo le aziende del comparto alimentare sono interessate alla promozione di una mobilità sostenibile. La strada dei concorsi a sfondo ecologico è stata già intrapresa da Tim. L’operatore di telefonia mobile ha, infatti, lanciato la riffa dal titolo “Vinci Green”: ai vincitori sono andati 55 monopattini elettrici Xiaomi e 2 soggiorni di 7 notti presso un eco-resort.

Da Esselunga a Tim, i concorsi delle aziende attente all’Ambiente: gli obiettivi

Il fenomeno crescente dei cosiddetti eco-premi promossi da sempre più aziende ha due finalità principali. Da una parte rispondere all‘interesse sempre maggiore dei consumatori al tema ambientale: bici, monopattini e mezzi alternativi soddisfano la richiesta di sistemi di trasporto non inquinanti.

D’altra parte i cittadini sono sempre più spinti dall’epidemia da Covid-19 ad evitare il rischio di contagio, muovendosi in modo autonomo a discapito dei mezzi pubblici.

Allo stesso tempo le aziende utilizzano le promozioni di questo tipo per curare l’immagine del marchio e posizionarsi nell’area della sostenibilità ambientale. Una strategia che a volte si può però tradurre in “green washing“: l’espediente cioè di mostrare una sensibilità all’Ambiente, senza una reale corrispondenza nelle politiche aziendali.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Il boom degli eco-premi: da Esselunga a Tim, i concorsi delle aziende ...