Cosa significa la sigla PRC ?

PRC: dove si può trovare questa sigla, cosa significa e perché bisogna fare attenzione quando si acquistano prodotti riportanti tale acronimo

Sarà capitato a tutti di leggere la sigla PRC almeno una volta nella vita, questo perché esistono in commercio molti prodotti riportanti tale acronimo, al di sotto del quale si cela qualcosa di più diffuso. L’abbreviazione in questione è di fatti sconosciuta a molti e ciò potrebbe comportare a degli acquisti che in altre situazioni non si sarebbero mai fatti. E’ bene dunque sapere che la sigla PRC viene riportata per lo più sui capi di abbigliamento e non fa in alcun modo riferimento al Partito della Rifondazione Comunista, cosa che potrebbe venire in mente in un primo momento.

La dicitura si riferisce invece al luogo di produzione dell’oggetto sul quale viene riportato e, per questo, la si trova spesso nella forma “Made in PRC”. Nel momento in cui, dunque, ci si imbatte in un prodotto, alimentare o manifatturiero che sia, la cui etichetta riporta tale frase, bisogna prestare attenzione. Questo perché la sigla PRC sta ad indicare la Repubblica Popolare Cinese: pertanto dire Made in China e Made in PRC vuol dire la stessa identica cosa. Quando si acquista un prodotto riportante tale dicitura è opportuno fare molta attenzione, così come accade per tutti gli altri beni importati.

Il fatto che si sia cambiato il nome con il quale si identifica lo stato cinese, non muta in alcun modo le caratteristiche positive e negative che si possono riscontrare. La domanda sorge dunque spontanea: perchè usare la dicitura Made in PRC piuttosto che Made in China? Si può dire che l’introduzione della nuova sigla sia stata strategica, perché in questo modo i commercianti orientali hanno giocato sul fatto che la maggior parte delle persone a cui è destinata la merce non sia a conscenza del reale significato. Per molto tempo si è discusso se acquistare dalla Cina oppure no, in quanto la maggior parte dei prodotti importati sono stati individuati come un rischio per la salute.

Il fatto che siano proposti ad un prezzo molto basso rispetto alla merce realizzata in Italia, seppur possa sembrare un vantaggio per l’acquirente, il più delle volte non è altro che sintomo di una cattiva qualità. Si è visto infatti in più occasioni come capi di abbigliamento, scarpe e biancheria abbiano all’interno delle proprie fibre tessili un’elevata concentrazione di sostanze nocive per la salute che non vengono dichiarate, come ad esempio formaldeide, coloranti cancerogeni, ammine aromatiche e cromo esavalente.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Cosa significa la sigla PRC ?