Coronavirus, da Nord a Sud multe fino a mille euro per la mascherina

Da Nord a Sud negli ultimi due giorni decine di persone sono state multate fino a mille euro perché senza mascherina

Fioccano le multe dal Nord al Sud per i cittadini sorpresi senza mascherina. A Milano ieri sera tredici persone sono state sorprese in giro per la metropolitana senza la mascherina indosso, obbligatoria per viaggiare sui mezzi pubblici secondo quanto previsto dalla regolamentazione regionale per contenere la diffusione del coronavirus. Le contravvenzioni consistono in 280 euro se saldate entro 5 giorni, altrimenti le persone fermate dovranno pagare la cifra intera di 400 euro prevista per la violazione.
Anche se dal 15 luglio l’ordinanza della Regione Lombardia ha eliminato l’obbligatorietà della mascherina all’aperto, rimane la regola di indossarla negli posti al chiuso e comunque portarla sempre con sé anche per strada.

In Campania multe da mille euro

E anche in Campania la nuova stretta sulle mascherine comincia a sortire i primi effetti. Ad Ischia, il titolare di un bar i cui dipendenti non indossavano la mascherina, è stato multato per mille euro, secondo quanto previsto dalla recente ordinanza del governatore campano Vincenzo De Luca.
Multe da mille euro l’una sono state comminate anche ai proprietari di tre esercizi commerciali di Salerno. Per il sindaco Vincenzo Napoli la maxi multa è “giusta e va applicata senza sconti a nessuno. Non solo i gestori degli esercizi commerciali ma anche i clienti devono rispettare le norme. Serve una battaglia di tutti per sconfiggere questo virus. Ognuno di noi deve fare la propria parte. Gli atti repressivi sono la soluzione estrema che verranno comunque applicati se la situazione non cambia”

Controlli sulla movida nella Capitale

A Roma sabato notte alcune piazze della movida sono state temporaneamente chiuse per il grande numero di persone che rendeva impossibile l’osservanza delle regole previste per tutelare la salute pubblica: dall’isolamento temporaneo della scalinata di piazza Trilussa ad altre località come piazza Bologna, piazza Madonna dei Monti, largo degli Osci e la Scalea del Tamburrino dove si è reso necessario allontanare oltre un centinaio di persone.

Alla Fontana di Trevi, dove ormai i turisti tornano ad essere numerosi, i vigili invitano continuamente all’uso della mascherina pena l’essere allontanati dalla piazza.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Coronavirus, da Nord a Sud multe fino a mille euro per la mascherina