Coronavirus, focolai in Italia: quali sono le Regioni con più nuovi positivi

I dati aggiornati di domenica 9 agosto dicono che in testa ci sono la Lombardia e l'Emilia-Romagna, ma attenzione a Toscana e Sicilia

L’estate, la voglia di uscire, la movida e le spiagge hanno abbassato notevolmente la media anagrafica dei contagiati: dai 68 anni di inizio aprile si è scesi ai 39 di luglio, inoltre il 12,8% dei colpiti è sotto i 19 anni, con oltre il 50% tra i 19 e i 50. Sono tanti i nuovi casi di giovani e giovanissimi rientrati dalle vacanze all’estero: ci sono Regioni che hanno risalito all’improvviso la classifica dei contagi proprio per queste categorie di persone. I nuovi positivi quotidiani hanno superato quota 500, nei giorni scorsi, la buona notizia è che comunque l’impatto sulle strutture sanitarie continua a rimanere stabile. Solo Calabria, Valle d’Aosta, Molise e Basilicata sono senza nuovi casi. E il vaccino è ancora lontano.

Nuovi positivi, la classifica delle Regioni: guida la Lombardia

Domenica 9 agosto si sono registrati 463 nuovi contagi. Rispetto alle 24 ore precedenti la Lombardia ne ha messi a referto 71, confermandosi la Regione con più nuovi positivi. Incalza però l’Emilia-Romagna con 69, leggermente più indietro la Toscana con 61. Quindi il Veneto con 58, poi Piemonte e Lazio con 38 e la Sicilia con 29. Chiudono la top 10 la Campania con 22 e l’accoppiata MarcheAbruzzo con 16 a testa.

La Lombardia ha visto 20 nuovi positivi nella provincia di Milano, 12 nel capoluogo. Nelle altre province doppia cifra a Brescia (12), poi una manciata di casi a Como (6), Monza (6), Bergamo (5), Mantova (1). Quest’ultimo contagio è stato individuato e isolato a Rodigo 5 giorni fa: un focolaio nell’azienda agricola Francescon, definito dalle autorità sanitarie locali non preoccupante.

Focolai in Emilia-Romagna e Toscana dopo le vacanze all’estero

In Emilia-Romagna i nuovi positivi sono 69. Di questi, 43 sono asintomatici e sono stati individuati grazie alle attività di tracciamento. Dei 69 totali, 25 sono collegati a vacanze o rientri dall’estero. I numeri più elevati a livello provinciale si registrano a Reggio Emilia con 19 casi, a Bologna con 18 e a Ravenna con 11. Sono 16 i ragazzi positivi tornati da vacanze in Grecia o Croazia.

Due cluster di rientro dalle vacanze anche in Toscana. Uno in Valdarno aretino (4 persone rientrate dalla Grecia) e uno nel Senese (altri 4 abitanti, rientrati invece dalla Croazia). A Montevarchi, provincia di Arezzo, 5 casi in una comitiva di giovani tornati da una vacanza a Corfù. Sempre a Montevarchi è stata segnalata una 27enne positiva, ma non risulta collegata al gruppo di studenti. A Carrara un focolaio con 21 positivi in una struttura di accoglienza che ospita per lo più di migranti nigeriani, compresa una donna incinta trasferita in ospedale. Nei giorni scorsi è stata colpita l’area del Mugello (in provincia di Firenze), con circa 350 persone sottoposte a obbligo di quarantena.

Gli altri focolai più numerosi

Tiene sempre banco il cluster di Treviso, nella ex caserma Serena di Casier. La procura ha aperto un fascicolo sul maxi focolaio con oltre 200 positivi sviluppatosi nel centro di accoglienza migranti. In Piemonte, invece, a preoccupare è Vercelli: a portare il virus sarebbe stato un uomo di ritorno da Santo Domingo, che avrebbe poi diffuso l’infezione tra alcuni connazionali durante una serata trascorsa in discoteca.

Nel Lazio, a Civitavecchia, due navi da crociera senza passeggeri sono state messe in isolamento dopo la scoperta di 3 positivi fra gli equipaggi. A Roma un centro estivo in zona Tor Vergata è stato chiuso temporaneamente dalla Asl: 2 contagi. A Sabaudia, invece, un bagnino positivo.

In Sicilia, lente d’ingrandimento sul Ragusano: i positivi hanno avuto contatti con amici di una coppia di Modica risultata positiva giorni fa e attualmente in isolamento a Sampieri, sul litorale. Positivi alcuni migranti ospitati nel Centro di accoglienza di Pergusa (Enna).

Quasi spento il focolaio nato a Mondragone, in provincia di Caserta, ormai oltre un mese fa nei Palazzi Ex Cirio. Sotto controllo anche l’area di Conca della Campania: il contagio è partito da una badante dell’Est Europa. A Castel Volturno sono stati individuati alcuni rom positivi.

Nelle Marche, invece, individuati due focolai a Montecopiolo, piccolo comune in provincia di Pesaro-Urbino (è stato attivato un maxi screening sulla popolazione, in tutto 1.200 persone), e all’Hotel House di Porto Recanati (Macerata). Un caso anche nella provincia di Ascoli Piceno.

In Abruzzo, invece, i nuovi casi sono da ricondurre soprattutto ai migranti giunti nella Regione, circa 200. Quelli risultati positivi sono già stati messi in isolamento in strutture protette. Preoccupano di più i cluster territoriali, come quello dello stabilimento della Avi.Coop del gruppo Amadori di Controguerra (Teramo) o quello di Sulmona (L’Aquila), dove diverse persone sono risultate essere positive dopo aver partecipato a una festa di compleanno.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Coronavirus, focolai in Italia: quali sono le Regioni con più nuovi p...