Contributi a fondo perduto, come controllare l’esito della domanda

Nelle scorse ore, l'Agenzia delle Entrate ha posticipato la disponibilità degli esiti delle istanze. Ecco come fare a controllare se la propria richiesta è stata accettata

È ormai attiva per tutti la procedura per l’invio dell’istanza per ricevere i contributi a fondo perduto: la richiesta si può inviare dal 15 giugno al 13 agosto, ma gli eredi possono presentarla dal 25 giugno al 24 agosto. Dal 15 giugno, secondo i dati dell’Agenzia delle Entrate, sono oltre 900 mila le domande presentate e 203 mila le istanze già in pagamento, per un importo complessivo di 730 milioni di euro.

Da quando si può verificare l’esito dell’istanza

Ma come verificare l’esito della propria istanza? Il Fisco ha posticipato la disponibilità degli esiti, rimandando inizialmente dal 22 giugno al 26 giugno la data a partire dalla quale chi ha presentato domanda può verificare la risposta dell’Agenzia delle Entrate.

Maggiori informazioni, avverte il portale del Fisco, saranno invece disponibili “nei prossimi giorni”.

Come effettuare la verifica: i passaggi

Il sito dell’Agenzia delle Entrate ha predisposto una finestra in sovrimpressione che compare in entrata automaticamente agli utenti, e che rimanda alla sezione interamente dedicata alle istanze per il contributo a fondo perduto. Per controllare se la propria richiesta ha superato i controlli sui requisiti, bisogna innanzitutto cliccare su “Accedi” e entrare nella propria area personale. A quel punto, è possibile entrare in “Fatture e Corrispettivi”, dove l’utente potrà verificare l’esito della domanda di accesso ai contributi a fondo perduto.

Si può entrare nella pagina utilizzando tre tipi di credenziali:

  • tramite SPID – Entrate/Fisconline – CNS, per chi deve procedere in autonomia;
  • con delega a Consultazione e acquisizione delle fatture elettroniche, per gli intermediari con delega al servizio di Consultazione e acquisizione delle fatture elettroniche;
  • con delega a Cassetto fiscale, per chi deve inviare l’istanza in qualità di intermediario con delega al Cassetto fiscale.

Una volta entrati in “Fatture e Corrispettivi”, si deve selezionare “Servizi per compilare e trasmettere l’istanza”. Lì, l’utente potrà scegliere una delle seguenti funzioni:

  • “Predisponi e invia l’istanza (o la rinuncia)”;
  • “Invii effettuati”;
  • “Consultazione esito”.

La terza opzione è quella da scegliere per controllare l’esito dell’istanza inviata. E sebbene la possibilità di effettuare la verifica vera e propria è stata rimandata ai “prossimi giorni”, gli utenti hanno già potuto scaricare, in queste ore, le ricevute dei primi controlli automatizzati, mentre i primi pagamenti sono già stati effettuati.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Contributi a fondo perduto, come controllare l’esito della doman...