Dal 28 luglio si parte con Conciliaweb, gestite via web le controversie con gli operatori

L'AGCOM ha annunciato il nuovo sistema per le segnalazioni degli utenti

Novità di rilievo in arrivo per i consumatori. A partire dal 23 luglio sarà infatti attiva la piattaforma ConciliaWeb, che consentirà di velocizzare la risoluzione delle controversie con gli operatori.

Ad annunciare la novità l’AGCOM, nel corso dell’ultima riunione, che intende garantire agli utenti una gestione migliore delle controversie attraverso un portale che sia in grado anche di rispettare le esigenze organizzative dei Corecom. Dal 1 luglio, infatti, i Comitati Regionali per le Comunicazioni di Abruzzo, Campania, Sardegna, Sicilia, Friuli Venezia Giulia e Toscana non potranno più utilizzare il sistema “conciliaclick”, utile per gestire le procedure di conciliazione tra gli operatori e gli utenti.

Al contempo, l’AGCOM ha constatato la mancanza di strumenti informatici a disposizione del Corecom Veneto e il gran numero di istanze attese da sbrigare. Non potendo quindi uniformare per tempo il sistema in tutta Italia, l’Agenzia ha posticipato al 23 luglio l’entrata in funzione di Conciliaweb proponendo l’entrata in vigore di una misura temporanea, già prevista dal comma 2 dell’articolo 3.

A dirimere le questioni tra consumatori e operatori nel periodo dall’1 al 22 luglio saranno gli organismi di negoziazione paritetica, che faranno le veci dei Corecom. Tali enti prevedono la partecipazione di associazioni di consumatori, organismi ADR e Camere di Conciliazione. Al termine di questo periodo di transizione, entrerà in vigore Conciliaweb, che consentirà agli utenti di bypassare i Corecom e di dirimere direttamente online le controversie con gli operatori. Si tratta in particolare di tutte le violazioni dei termini contrattuali, dei problemi di fatturazione e delle altre criticità relative alle utenze del mondo delle telecomunicazioni.

Attraverso smartphone o desktop, l’utente potrà dirimere le controversie in maniera più veloce, sfruttando due modalità differenti: una asincrona, che prevede lo scambio di mail e una sincrona, con l’opportunità di organizzare una video-conferenza. In questo modo, l’AGCOM intende dotare gli utenti di uno strumento digitale che rafforzi le attività a loro tutela. Dal 2016 ad oggi, sono oltre 90mila gli utenti che hanno interpellato i Co.Re.Com per controversie, ottenendo rimborsi e indennizzi superiori ai 30 milioni di euro. Poiché gran parte delle dispute si risolvono con un accordo, questo strumento eviterà l’allungamento dei tempi a fronte di eventuali abusi di sistema da parte degli operatori.

Dal 28 luglio si parte con Conciliaweb, gestite via web le controversi...