Come creare il sito web aziendale: i fattori più importanti

Quando si deve realizzare un sito web per la propria azienda o attività è necessario fare scelte tecniche e stilistiche molto importanti

Il web assume un peso specifico sempre maggiore per qualunque azienda, indipendentemente dal settore di appartenenza. La crisi sanitaria globale scatenata dal Sars-CoV-2 ha mostrato che per le attività produttive e commerciali è necessario presidiare la rete con un portale web che consenta loro di interfacciarsi con curiosi e clienti. E che, ovviamente, permetta di vendere i propri prodotti anche al di fuori della propria area geografica di appartenenza.

Non ci si deve stupire, dunque, se proprio in questo periodo un numero crescente di attività commerciali e produttive ha deciso di fare finalmente il “grande passo”, creando un nuovo sito web o “ristrutturando” uno già presente. Ma come si crea un sito web per un’attività commerciale? I fattori da tenere in considerazione sono molteplici, sia di natura tecnica sia di natura prettamente “stilistica”.

Analizziamoli insieme.

L’e-commerce nel 2020 in Italia

Come dimostrano i dati dell’Osservatorio eCommerce B2c del Politecnico di Milano, nei mesi della pandemia un numero crescente di italiani si è affidato al web non solo per acquistare abiti o dispositivi elettronici. I maggiori tassi di crescita sono stati fatti registrare da settori che sinora avevano giocato un ruolo marginale in questo scenario. Il Food&Grocery, ad esempio, è cresciuto del 70%, con un fatturato che è arrivato a sfiorare i 3 miliardi di euro.

Più in generale, nel 2020 il commercio elettronico ha riguardato essenzialmente il “prodotto”: gli utenti italiani hanno acquistato beni fisici, mentre il mercato dei servizi online – come quello turistico, ad esempio – ha subito una pesante battuta d’arresto.

Dai dati inoltre emerge la tendenza a una maggiore integrazione tra le attività online e quelle offline. Il portale web, dunque, non è solo un luogo dove vendere i propri prodotti, ma dove intercettare curiosi e possibili acquirenti pronti a recarsi presso il punto di vendita fisico. Il sito Internet per un’attività commerciale o produttiva, dunque, diventa un asset fondamentale per non concedere ai concorrenti un indubbio vantaggio competitivo.

ecommerce

Come creare un sito web aziendale: i fattori da considerare

Quando si vuole realizzare un sito web per la propria azienda o attività commerciale è necessario rispettare dei fattori tecnici piuttosto stringenti. Affinché il portale venga “visto” dai motori di ricerca e indicizzato correttamente, infatti, è importante non commettere errori dettati dall’inesperienza (o dalla voglia di contenere i costi). Il rischio, infatti, è quello di creare un portale che non porti i risultati sperati sia in termini di visite, sia in termine di vendite.

  • Scelta dell’hosting. Prima di tutto, è necessario scegliere un servizio di web hosting professionale, come IONOS, che assicuri sia ottime performance, sia elevati livelli di sicurezza. Quando si cerca un hosting per il sito aziendale, ad esempio, è necessario verificare che abbia delle data farm quanto più vicine a noi (se non in Italia, quanto meno in Europa), così da evitare che il sito web carichi troppo lentamente. Altrettanto importante è la possibilità di utilizzare il certificato SSL, necessario per crittografare le connessioni con il sito e mettere gli utenti al riparo da tentativi di furto di informazioni. Inoltre, è bene che il fornitore del servizio offra delle soluzioni “scalabili”, che permettano di migliorare le performance del nostro sito man mano che i numeri di visite e visitatori crescono.
  • Scelta del CMS. Acronimo di Content Management System, il CMS è il cuore pulsante del sito web aziendale. Si tratta di una piattaforma che permette di creare il portale in maniera più o meno semplice. I CMS di ultima generazione consentono, ad esempio, di costruire il sito in maniera modulare, costruendolo pezzo dopo pezzo come se fosse un puzzle. In questo modo l’utente può personalizzarlo velocemente e senza troppa fatica, andando a inserire solamente quei componenti e quelle funzionalità di cui si ha bisogno.
  • Scelta della piattaforma e-commerce. Alla scelta del CMS è strettamente legata anche quella della piattaforma di e-commerce. Solitamente, infatti, gli sviluppatori di Content Management System integrano all’interno del loro software un modulo che permette di creare un negozio virtuale all’interno del sito, con strumenti più o meno potenti a seconda delle necessità. Allo stesso tempo, però, è possibile anche utilizzare delle piattaforme “stand-alone” da integrare successivamente all’interno del sito. Come è semplice immaginare, la prima opzione è quella più semplice e veloce, ma a volte potrebbe non essere conveniente in tema di versatilità dell’e-shop. La seconda, invece, potrebbe richiedere un po’ più di lavoro, ma potrebbe regalare maggiori soddisfazioni in termini di vendite.
  • Scelta del nome e dell’estensione. Anche se per molti potrà sembrare una scelta secondaria, il nome del dominio e l’estensione giocano un ruolo fondamentale in termine di branding e di indicizzazione. Per questo è necessario svolgere alcune ricerche (come un’analisi della concorrenza e degli obiettivi da raggiungere) prima di acquistare il nome del dominio. Va tenuto sempre a mente, infatti, che si tratta del “biglietto da visita” con il quale ci presentiamo a utenti e possibili acquirenti.

Come creare un sito professionale: i consigli

Il successo del sito aziendale dipende sì dai fattori tecnici, ma non solo. Ad esempio, è molto importante scegliere un layout responsive, che si adatti automaticamente alla visualizzazione da PC e smartphone. Oltre la metà del traffico web, infatti, passa dagli schermi di telefonini e dispositivi mobili: se non creiamo un sito web aziendale che sia perfettamente visualizzabile anche da uno smartphone, rischieremo di perdere centinaia e centinaia di potenziali utenti.

Allo stesso modo è necessario ideare un piano editoriale che preveda la pubblicazione di notizie, approfondimenti o nuove pagine in maniera costante. In questo modo gli utenti (e i motori di ricerca) troveranno sul portale contenuti sempre nuovi e aggiornati e saranno così incentivati a visitare nuovamente il sito.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Come creare il sito web aziendale: i fattori più importanti