Chi è Urbano Cairo: l’imprenditore che ha “scalato” RCS

Urbano Cairo è l'imprenditore che in questi giorni è salito alla ribalta delle cronache finanziarie per aver acquistato il Gruppo Editoriale RCS. Scopriamo qualcosa in più su di lui

Urbano Cairo è nato il 21 maggio 1957 a Masio, in provincia di Alessandria. Dopo la laurea, svolge prima il ruolo di assistente di Silvio Berlusconi e successivamente diviene vicedirettore di Pubblitalia ’80 e amministratore delegato presso Arnoldo Mondadori Editore Pubblicità. Purtroppo però negli anni Novanta viene coinvolto nell’inchiesta Tangentopoli e invece che respingere le accuse, come fatto dagli altri manager Pubblitalia, Cairo chiede il patteggiamento. Tale decisione lo porta nel 1995 ad essere licenziato dal gruppo Fininvest.

Nello stesso anno fonda il Gruppo Editoriale Cairo, oggi nota come Cairo Communication S.p.A., società quotata in borsa e basata sulla vendita di spazi pubblicitari sui periodici più famosi e sulle principali reti televisive nazionali. Per Urbano Cairo inizia così una scalata al successo senza fine, giunta fino ai giorni nostri. Negli anni si è assistiti ad una notevole crescita del gruppo industriale, attraverso lo sviluppo delle attività esistenti e acquisendo società operanti nel settore della comunicazione.

Nel 2013 Urbano Cairo acquisisce per un milione di euro la rete televisiva La7, in precedenza di proprietà del gruppo Telecom Italia. Dal 2005 invece è proprietario e presidente del Torino Footbal Club, acquistato dopo il fallimento della squadra, causa i pesanti debiti che la società aveva accumulato nel corso delle passate gestioni. Cairo è tornato a far parlare di sé proprio in questi giorni, in quanto è diventato il maggiore azionista di RCS Media Group, acquisendo il 48,8% delle azioni. Si tratta di uno dei principali gruppi editoriali italiani e possiede i quotidiani Corriere della Sera e Gazzetta dello Sport.

Questa operazione rende Cairo l’azionista di maggioranza di Rizzoli-Corriere della Sera Media Group S.p.A (RCS). Pare che il nuovo proprietario e presidente del gruppo ha già la piena fiducia di tutte le parti e avrà totale autonomia. Inoltre, come da lui stesso dichiarato, non ha nessuna intenzione di snaturare l’identità del quotidiano trasformandolo in un tabloid stile Washington Post o New York Times. Questo è solo l’ultimo dei grandi colpi di mercato messi a segno dall’imprenditore piemontese. Ecco quindi chi è Urbano Cairo.