Bolletta telefonica in cartaceo: aumentano le spese

Bollette telefoniche in cartaceo: ecco a quanto ammontano i rincari

Le spese sembrano non finire mai: basta pensare alle numerose utenze domestiche che puntualmente vengono recapitate per posta (presso il proprio domicilio) o per via elettronica, per poi dover essere pagate.

E a volte arrivano i rincari che vanno ad appesantire le bollette e ad alleggerire il portafoglio. Oltre alle utenze inerenti luce e gas, un’altra spesa da affrontare è quella relativa ai consumi di telefonia fissa e alla connessione internet. Per chi, fino a ora, si è fatto recapitare la bolletta telefonica in formato cartaceo, arrivano delle novità che prevedono però dei rincari.

Alcuni operatori telefonici infatti, hanno emesso un’informativa con l’aumento dei prezzi e con la modifica delle condizioni di contratto. I rincari scatteranno a partire dal 20 settembre 2018 per Wind e 3. Per i clienti 3 che hanno un’offerta per la linea fissa 3Fiber/ADSL e anche per quelli Wind con rete fissa, il contributo per vedersi recapitare il conto telefonico presso la propria abitazione, dunque in formato cartaceo, sarà di 2€ a invio (spese di spedizione incluse).

Una decisione che, come spiegato dai due operatori telefonici, è stata presa per un motivo ben preciso: “a seguito del mutato posizionamento dell’offerta e in linea con la strategia di Wind/Tre di digitalizzazione e di sostenibilità dell’ambiente, per incentivare l’utilizzo del servizio gratuito di ricezione della Fattura in formato elettronico”.

E anche sul fronte Tim le cose non cambiano: anche in questo caso, il gestore telefonico fa sapere ai suoi clienti che dal 1 novembre 2018, se si desidera ricevere la bolletta direttamente a casa e in formato cartaceo, bisognerà pagare un piccolo sovraprezzo, ovvero 2.50€. Un aumento di 50 centesimi dunque, considerando che attualmente il costo è di 2€.

Il rincaro riguarda i clienti che hanno già attiva un’offerta per la connessione a internet e anche in questo caso, il gestore fa sapere che l’obiettivo vuole essere quello di incoraggiare gli utenti a preferire la bolletta telematica a quella cartacea. Per coloro che volessero recedere dal contratto, è possibile fare richiesta contattando il Servizio Clienti o recandosi direttamente in uno store fisico.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Bolletta telefonica in cartaceo: aumentano le spese