Black Friday, in aumento attacchi informatici e truffe: come difendersi

Truffe informatiche in aumento durante il Black Friday: ecco come riconoscerle

Siamo letteralmente invasi da e-mail e messaggi promozionali che riportano sconti e offerte inerenti al Black Friday. Quest’anno anche in Italia si prevedono acquisti record, con un giro di affari che vale a circa 2 miliardi di euro. La corsa all’ultimo affare è così sentita che, presi dalla foga, molti potrebbero non riconoscere la truffa quando ne hanno davanti una.

Secondo uno studio recente pubblicato da Check Point, nota società specializzata in sicurezza informativa, i crimini informatici aumentano vertiginosamente in procinto delle festività natalizie. Il periodo più critico però non è dicembre ma novembre, proprio quando gli acquisti online raggiungono il picco in occasione del Black Friday e del Cyber Monday. Le e-mail di pishing raddoppiano prima delle feste, aumentando dal 233% al 275% in queste settimane specifiche (tre volte di più rispetto allo scorso anno).

Le truffe più diffuse sono quelle relative alle promozioni false (sconti troppo convenienti per essere veri) che, con la scusa di invogliare l’utente ad acquistare, permettono agli hacker di rubare dati di carte di credito e conti corrente in men che non si dica. Altrettanto ricorrenti sono anche le trappole costruite ad hoc attraverso l’utilizzo di finti negozi online che, una volta ricevuti i soldi, non invieranno mai la merce acquistata all’utente. Si tratta spesso di e-commerce inesistenti che si appoggiano a siti internet fasulli (e molti simili a quelli dei marchi ufficiali) che poi vengono chiusi nel momento in cui l’imbroglio è riuscito.

Basta pensare che, come ha riportato Check Point, più di 1.700 domini simili al dominio amazon.com sono stati registrati negli ultimi sei mesi, mentre non si arresta la truffa della falsa promozione Ray-ban (con e-mail mandate a potenziali acquirenti sparsi in tutto il mondo che, con la promessa di garantire l’80% di sconto su tutta la merce, riporta ad un sito fake).

Per riuscire a riconoscere i tentativi di truffa il primo consiglio, il più efficace, è quello di tenere sempre gli occhi ben aperti e stare attenti. In secondo luogo, inoltre, è sempre meglio affidarsi a siti già conosciuti quando si tratta di acquisti online, verificando sempre che siano gli stessi riportati sui canali ufficiali (Facebook, Twitter, Instagram e social vari). È sempre sconsigliato, in fine, acquistare tramite i link promozionali che arrivano tramite e-mail, piuttosto è meglio affidarsi alla classica ricerca su Google per avere prova che si tratta di uno sconto reale.

Con l’andare del tempo gli hacker si stanno sempre più evolvendo, tanto che persino il più esperto potrebbe essere tratto in inganno. Con un po’ di impegno e qualche controllo in più prima di ogni acquisto, tuttavia, ridurre al minimo il rischio di essere truffati è possibile.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Black Friday, in aumento attacchi informatici e truffe: come dife...