Assegni familiari, guida Inps sulle nuove modalità di presentazione

L'Inps rende note nuove modalità per la presentazione degli ANF/DIP da parte dei datori di lavoro

Con il messaggio n. 4583 del 6 dicembre 2019 l’Inps ha reso note le nuove modalità di presentazione delle domande di assegno per il Nucleo Familiare riguardanti i lavoratori
dipendenti di aziende attive del settore privato non agricolo.

Le precisazioni fornite dal’Istituto, come si legge nell’oggetto della comunicazione, riguardano la presentazione delle domande a cura dei datori di lavoro e dei soggetti da loro delegati, con riferimento anche alle nuove funzionalità dell’Utility per il prelievo e la gestione dei dati.

La presentazione della domanda ANF/DIP potrà essere inoltrata dal datore di lavoro in via telematica collegandosi direttamente al sito dell’Inps e cliccando al link “Richieste ANF Dip. Az. Att.” dopo aver effettuato l’accesso alla sezione “Cassetto Previdenziale Anziende”. Effettuati questi passaggi l’utente si ritroverà davanti ad una lista a tendina, dove potrà selezionare il codice fiscale dell’azienda per la quale deve presentare domanda ANF/DIP e, una volta cliccato sul tasto “Aggiorna”, verrà identificato dal sistema.

L’identificazione, a sua volta, permetterà al datore di lavoro di: presentare una nuova domanda, consultare le domande già inviate o procedere con una variazione delle stesse. Per poter avere accesso ad ognuna di queste funzioni dovrà chiarire di essere in possesso della delega da parte del dipendente (spuntando la casella apposita), ma solo dopo aver cercato ed individuato il codice fiscale del lavoratore in questione all’interno della sezione apposita.

Per presentare una nuova domanda, come ha specificato l’Inps, sarà necessario indicare il periodo di interesse e i dati anagrafici del lavoratore. Fatto ciò si potrà passare alla consultazione del pannello relativo alla composizione del nucleo familiare, che richiederà l’inserimento anagrafico dei dati anagrafici dei componenti che lo compongono. A tal proposito, oltre ai dati anagrafici, bisognerà specificare anche i redditi dell’intera famiglia (ovvero sia quelli del richiedente e sia quelli dei soggetti che fanno parte del nucleo familiare).

Il datore di lavoro, una volta inseriti tutti i dati e ultimati i passaggi preliminari alla presentazione degli ANF/DIP, potrà consultare la domanda grazie al riepilogo preliminare all’invio. Una volta confermate le informazioni riportare la fase di acquisizione si potrà considerare terminata. A questo punto verrà fornito un numero di protocollo e il richiedente avrà la possibilità di stampare la ricevuta ed il modello della domanda.

l’Utility, come ha fatto sapere l’Inps, è stata arricchita di nuove funzionalità per rendere più agevole il prelievo dei dati. È stata per esempio modificata la ricerca puntuale, infatti l’utente adesso dovrà indicare il singolo mese e la procedura restituirà l’intero periodo ANF all’interno del quale il mese richiesto rientra. Adesso, inoltre, è stata anche attivata la funzionalità di notifica per e-mail degli esiti delle elaborazioni massive (gli utenti che hanno sottoscritto il servizio in questo caso riceveranno le notifiche via Pec). E, col fine di rendere di facile accesso le novità più importanti, è stata aggiunta in home page la sezione “News” per fornire appunto agli utenti gli aggiornamenti più urgenti.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Assegni familiari, guida Inps sulle nuove modalità di presentazione