Amazon, sarà possibile pagare in contanti: come funziona il servizio PayCode

Il colosso dell'e-commerce adotta nuove strategie per agevolare i pagamenti in contanti

Non solo carte di credito, aumentano le opzioni per pagare in contanti gli acquisti online, anche su Amazon.

Per chi non possiede una carta di credito gli acquisti di beni e servizi online sono piuttosto difficili se non addirittura impossibili. Si può sempre ricorrere alle carte prepagate ricaricabili, ma non tutti hanno dimestichezza con i metodi di pagamento elettronici. Perdurano, inoltre, gli irriducibili del contante.

Nonostante le proposte da più parti in Italia per agevolare l’uso della moneta elettronica e scoraggiare l’impiego dei contanti, soprattutto per aggredire l’evasione fiscale, nel settore del commercio c’è chi prende la strada opposta agevolando proprio i pagamenti cash, comunque con metodi tracciabili.

Così il colosso dell’e-commerce Amazon ha deciso di introdurre nuovi servizi proprio per andare incontro a coloro che preferiscono o sono obbligati a pagare in contanti. Tra questi servizi c’è Amazon PayCode, attivo in 19 Paesi nel mondo, tranne l’Europa, e ora introdotto negli Stati Uniti, Paese in cui i pagamenti avvengono quasi sempre con carta di credito.

Grazie a PayCode, gli americani potranno pagare in contanti la merce acquistata su Amazon, versando il denaro in un’agenzia Western Union, tra le 15mila sparse per il Paese.

Il pagamento è semplice: una volta scelti i prodotti che si vogliono acquistare sul sito web di Amazon, mettendoli nel carrello, l’acquirente clicca su PayCode nella lista delle opzioni di pagamento. In questo modo otterrà un codice Qr e un numero associato per identificare l’acquisto.

Entro le 24 ore successive, il cliente dovrà presentarsi con Qr e numero presso uno degli sportelli della Western Union per effettuare il pagamento, che non avrà costi aggiuntivi rispetto a quelli già indicati online al momento dell’acquisto. Una volta che il pagamento sarà stato registrato, Amazon spedirà il pacco con la merce.

Come per gli altri metodi di pagamento, poi, il cliente otterrà il rimborso del prezzo pagato nel caso voglia restituire la merce acquistata.

Amazon PayCode non è l’unica opzione per il pagamento in contanti. Negli Stati Uniti esisteva già Amazon Cash, una modalità che permette di depositare contanti, da 5 a 500 dollari, sul proprio conto Amazon Balance, anche in questo caso recandosi presso un esercizio commerciale convenzionato. Questa modalità di pagamento è simile a quella delle carte pregate. Quando l’utente avrà caricato il denaro sul suo profilo potrà procedere all’acquisto online.

In Italia è disponibile una forma simile di pagamento, grazie al servizio “Ricarica in cassa”, che consente di acquistare in contanti dei buoni regalo Amazon nei negozi convenzionati, tra cui oltre 40mila punti vendita SisalPay. Una volta acquistati i buoni, e ricaricato il proprio account, l’utente può spendere la somma corrispondente sul portale di Amazon.

L’acquisto dei buoni Amazon può avvenire in due modi: tramite il proprio profilo online, l’utente ottiene un codice a barre, generato automaticamente da Amazon, da mostrare al rivenditore per identificare l’account ed effettuare il pagamento in contanti; oppure può ottenere dal rivenditore un codice di ricarica, in tagli da 10, 25, 50 e 100 euro, stampato su una ricevuta dalla quale ricopiare il codice per inserirlo online al momento del pagamento dell’acquisto.

Dal canto suo, SisalPay ha introdotto, in collaborazione con Amazon, il servizio Counter per consentire presso i propri punti vendita anche il ritiro della merce acquistata online. Un servizio utilissimo per chi trascorre molto tempo fuori casa e non può aspettare il corriere.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Amazon, sarà possibile pagare in contanti: come funziona il servizio&...