Roma, biglietti ATAC regalati in cambio di bottiglie di plastica

Il Comune di Roma avvia una sperimentazione per incentivare il riciclo di plastica e l'acquisto di biglietti della metro

In nord Europa è un meccanismo consolidato. Tutti i supermercati, o quasi, sono dotati di piccoli ecocompattatori che, inserendo bottiglie di vetro e plastica o lattine d’alluminio, restituiscono dei voucher da spendere nel negozio stesso.

Ovviamente nessuno regala niente: si tratta del meccanismo del vuoto a rendere, che spinge i cittadini a riciclare con maggior convinzione e costanza materiali come plastica (bottiglie PET, in particolare), vetro e alluminio. Una strategia utilizzata, con alterne fortune, anche da alcune catene GDO italiane e che il Comune di Roma prova a replicare con uno schema piuttosto originale.

L’ATAC, sotto impulso dell’Amministrazione Raggi, ha dato il via a una sperimentazione che coinvolgerà tre stazioni della Metro e permetterà agli utenti di avere dei biglietti gratis se riciclano bottiglie di plastica. A partire da oggi, e per i prossimi 12 mesi, i pendolari troveranno nelle stazioni Cipro (linea A), San Giovanni (linea A e linea C) e Piramide (linea B) degli ecocompattatori per bottiglie di plastica. Lo schema è piuttosto semplice: ogni 30 bottiglie riciclate si avrà un biglietto per corsa singola, dal valore di 1,5 euro.

Lo scopo, afferma il Sindaco Raggi in un post su Facebook, è doppio. Non solo invogliare al riciclo, ma incentivare l’acquisto dei biglietti ATAC. “Una vera e propria innovazione – si legge nel post del Sindaco della Capitale – per combattere l’inquinamento da plastica, che punta all’economia circolare: tutte le bottiglie raccolte alle tre fermate, torneranno infatti a essere nuove bottiglie. In un solo colpo incentiviamo l’acquisto del biglietto e compiamo una buona azione a favore dell’ambiente, perché anche i piccoli gesti sono importanti.

Ma come avere biglietti della metro gratis? Molto semplice: prima di tutto si dovrà avere un account sulla piattaforma MyCicero o su TabNet, due piattaforme per il pagamento dei parcheggi o l’acquisto di biglietti ATAC via smartphone. Una volta creato il profilo, basterà avvicinare il telefonino all’ecocompattatore, attendere che ci riconosca e iniziare a inserire le bottiglie nella “bocca”. Terminata questa operazione, si potrà chiedere che i crediti acquisiti vengano depositati nel nostro conto virtuale.

Ovviamente, non sarà necessario portare con sé 30 bottiglie per volta. Ogni bottiglia riciclata ha un valore di 5 centesimi, che andranno ad accumularsi sul conto personale: raggiunta la cifra di 1,5 euro si potrà richiedere l’emissione di un biglietto e viaggiare gratis in metro.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Roma, biglietti ATAC regalati in cambio di bottiglie di plastica