Ecobonus incentivi auto, tutte le agevolazioni con o senza rottamazione

L’incentivo rivisto nel Decreto Rilancio è rivolto a tutti coloro che acquistano, anche in locazione finanziaria, e immatricolano in Italia. Ecco la tabella degli sconti

3mila prenotazioni in appena due ore dall’avvio. L’ecobonus per l’acquisto di veicoli poco inquinanti partito nella sua nuova veste il 1° agosto sembra piacere, e parecchio, agli italiani.

Quali veicoli rientrano nell’ecobonus

L’incentivo allargato dal Governo Conte con il Decreto Rilancio è rivolto a tutti coloro che acquistano, anche in locazione finanziaria, e immatricolano in Italia (qui la lista dei veicoli ammessi all’ecobonus).

– automobili (categoria M1), destinate al trasporto di persone, almeno 4 ruote, massimo 8 posti a sedere (oltre al sedile del conducente):

  • nuove di fabbrica
  • con emissioni di CO2 non superiori a 60 g/km
  • acquistate ed immatricolate in Italia dal 1° marzo 2019 al 31 dicembre 2021
  • con prezzo di listino non superiore a 50 mila euro compresi optional (IVA esclusa)
  • anche le auto Euro 6 con emissioni comprese tra 61 e 110 g/km possono accedere all’incentivo. Il prezzo di listino delle stesse non deve superare i 40 mila euro.

– Ciclomotori e motocicli (categoria L): veicoli a due, tre o quattro ruote, appartenenti alle categorie L1e, L2e, L3e, L4e, L5e, L6e e L7e senza limiti di potenza. Con questi requisiti:

  • nuovi di fabbrica;
  • elettrici o ibridi;
  • acquistati e immatricolati in Italia nell’anno 2020.

Le agevolazioni

Veicoli di categoria M1

Emissioni <= 20 g/km:
6mila euro con rottamazione di un veicolo della stessa categoria omologato alle classi Euro 0, 1, 2, 3 e 4
4mila euro senza rottamazione

Emissioni > 20 g/km e <= 60 g/km:
2.500 euro con rottamazione di un veicolo della stessa categoria omologato alle classi Euro 0, 1, 2, 3 e 4
1.500 euro senza rottamazione

Grazie all’ulteriore incentivo previsto dal Decreto Rilancio, fino al 31 dicembre 2020 lo sconto diventa ancora più vantaggioso. Se il venditore applica uno sconto pari ad almeno 2mila euro per gli acquisti con rottamazione e 1.000 euro per gli acquisti senza rottamazione è possibile richiedere i seguenti contributi:

Emissioni <= 20 g/km:
2mila euro con rottamazione di un veicolo della stessa categoria omologato alle classi Euro 0, 1, 2, 3 e 4
1.000 euro senza rottamazione

Emissioni > 20 g/km e <= 60 g/km:
2mila euro con rottamazione di un veicolo della stessa categoria omologato alle classi Euro 0, 1, 2, 3 e 4
1.000 euro senza rottamazione

Emissioni > 60 g/km e <= 110 g/km:
1.500 euro con rottamazione di un veicolo della stessa categoria omologato alle classi Euro 0, 1, 2, 3 e 4
750 euro senza rottamazione

Veicoli di categoria L (L1e, L2e, L3e, L4e, L5e, L6e e L7e)

40% del prezzo d’acquisto fino a massimo 4mila euro (IVA esclusa) con rottamazione di un veicolo della categoria L omologato alle classi Euro 0, 1, 2 o 3 ovvero oggetto di ritargatura (nel caso di locazione finanziaria da almeno 12 mesi)

30% del prezzo d’acquisto fino a massimo 3mila euro (IVA esclusa) senza rottamazione.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Ecobonus incentivi auto, tutte le agevolazioni con o senza rottamazion...