Russia, avvistati cani blu: contaminazione chimica o bufala? Cosa sappiamo

In Russia sono stati avvistati, nella neve, alcuni cani blu: pochi dubbi sulla veridicità degli scatti, ma si indaga sulle cause

Un branco di cani blu che si avventura in alcuni sentieri ricoperti di neve, in Russia, Le fotografie, pubblicate sul social Vkontakte (il ‘Facebook russo’) hanno fatto il giro del mondo: all’inizio sembrava la classica bufala, ma dopo alcune verifiche non sembrano esserci dubbi sulla veridicità degli scatti. Si indaga, invece, sulle cause: è probabile che il ‘blu’ sia da attribuire a una contaminazione chimica.

Russia, avvistati cani blu: contaminazione o bufala? Cosa sappiamo

Russia, avvistati cani blu: contaminazione o bufala? Cosa sappiamo

Russia, avvistati cani blu: contaminazione chimica o bufala? Cosa sappiamo

I cani blu sarebbero stati fotografati nei pressi di una fabbrica di sostanze chimiche ormai fallita (e abbandonata) da sei anni: la Dzerzhinskoye Orgsteklo, nella città di Nizhny Novgorod, poco più di 400 chilometri a est da Mosca. Quando era attiva, produceva acido cianidrico e plexiglass.

A confermare l’esistenza (e la chiusura) della fabbrica è stato Andrey Mislivets, il curatore fallimentare, che al Daily Mail non ha escluso che i cani randagi possano essersi avventurati nei magazzini, dove potrebbero ancora esserci sostanze chimiche tra cui il solfato di rame.

Il solfato di rame è una sostanza di colore blu che può trovarsi anche in polvere: secondo il curatore, è probabile che gli animali si siano rotolati tra i sacchi contenenti il solfato.

Russia, avvistati cani blu: è già successo altre volte?

Secondo le prime ricostruzioni, all’interno della fabbrica abbandonata ci sarebbero diversi animali e altri, prima dei cani delle foto più recenti, sarebbero stati avvistati con il pelo macchiato di blu. La vicenda è comunque al vaglio delle autorità locali: l’obiettivo è quello di verificare cosa ci sia nello stabilimento ed eventualmente mettere in sicurezza gli animali presenti.

Il solfato di rame è la forma più tossica di rame per l’uomo: può causare irritazioni a pelle e occhi, è tossico se ingerito. Per lAgenzia europea delle sostanze chimiche (Echa) può influire sulla fertilità, causare danni al feto o agli organi degli adulti in caso di esposizione lunga o ripetuta.

Tra i vari usi:

  • riduce la tossicità nei confronti dei vegetali;
  • è un erbicida, controlla le piante acquatiche invasive vicino alle tubazioni contenenti acqua;
  • può curare infezioni di parassiti in pesci di acquario;
  • è presente in diversi test chimici.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Russia, avvistati cani blu: contaminazione chimica o bufala? Cosa sapp...