Sostenibilità: dal 2019 Taranto vieta l’uso della plastica nei locali pubblici

Stop ai materiali non biodegradabili: il divieto della città di Taranto

Svolta ecologica per la provincia pugliese: l’amministrazione comunale dà il via a una campagna sostenibile finalizzata all’eliminazione della plastica.

È uno dei materiali con la produzione più alta sulla terra, ma è anche tra le principali cause dell’inquinamento ambientale. La plastica non fa bene alla salute dell’uomo e degli animali, senza contare che inquina terra e mare. Non solo: le microplastiche, ovvero le particelle rilasciate dalla stessa plastica a causa ad esempio delle alte temperature, possono contaminare anche prodotti alimentari che tutti i giorni arrivano sulle nostre tavole.

Un vero e proprio allarme a cui brand e piccoli imprenditori stanno rispondendo, proponendo iniziative sostenibili o alternative al classico materiale plastico. Non sono da meno grandi metropoli e comuni che per incoraggiare il riciclo, stanno adottando soluzioni green. Nella città di Istanbul ad esempio, si possono avere biglietti della metro in cambio di bottiglie di plastica.

E anche l’Italia fornisce il suo contributo a favore della sostenibilità: Taranto, una delle province ubicate nella splendida Puglia, vieterà l’utilizzo di materiale non biodegradabile – appunto la plastica – nei locali pubblici. Si tratta di un percorso graduale e che coinvolgerà gli esercenti: è stato infatti stilato un piano di lavoro che definirà a breve un programma ad hoc, pensato per sostituire poco alla volta, bicchieri, piatti e stoviglie in genere realizzate in plastica, con altrettante stoviglie in materiale biodegradabile. Dal 1° gennaio 2019 il divieto sarà valido per gli edifici comunali – per i quali l’amministrazione ha già avviato le attività per gli approvvigionamenti – ma andrà poi estendendosi a macchia d’olio.

Il nuovo percorso a tinte ecologiche viene condiviso pienamente dagli esercenti che si impegneranno per rendere Taranto più pulita e al passo con i tempi. Il sindaco della città, Rinaldo Melucci, sottolinea il desiderio di voler essere tra i “Primissimi esempi in Europa di città libera dalle stoviglie di plastica”. Inoltre, “Stiamo prendendo sempre più come riferimento il manifesto dell’ecomodernismo – continua il sindaco – nelle nostre scelte in tema ambientale, progresso ed equilibrio che sono a fondamento dei nostri provvedimenti quotidiani. Produzioni e stili di vita sostenibili, bonifiche e quindi economia circolare, questi i tre pilastri della Taranto verde che sarà, già domani, non in un futuro indecifrabile”.

Sostenibilità: dal 2019 Taranto vieta l’uso della plastica nei ...