Riciclo totale: costruirsi una casa con i tappi di plastica

La casa di plastica con tappi di bottiglia sta diventando, per alcune persone, sempre più una valida alternativa alle tradizionali abitazioni costruite in cemento

La casa di plastica sta facendo il suo ingresso in particolari luoghi del mondo. Nello specifico alcune persone hanno scoperto che le bottiglie di plastica con i loro tappi possono essere facilmente riciclati e di conseguenza utilizzati come moderni strumenti di costruzione. Ma perché la plastica? Questo materiale è ecologico, antisismico, resistente al fuoco e si dimostra molto rispettoso dell’ambiente circostante. Gli esperti dichiarano che una struttura di plastica è anche più sicura rispetto alle abitazioni in calcestruzzo.

Costruire una casa di plastica significa aprire una nuova frontiera nel settore edilizio. Tra le altre caratteristiche positive emerge che sono più economiche rispetto a quelle tradizionali. Il risparmio sulle spese proprio perché si ricorre a materiale di riciclo (insieme con il fango, la sabbia, le corde), varia dal 40 al 60%. Sappiamo che la signora Ingrid Vaca Diez ha creato in Bolivia, Messico, Argentina ed Uruguay, il progetto Casas de Botellas (Case di bottiglia). In che cosa consiste? Nella creazione di una casa realizzata con materiali di riciclo come appunto bottiglie di plastica e di vetro, a favore di persone con basso reddito.

Anche nel nostro paese, precisamente in Sicilia, abbiamo un esempio di chi ha realizzato non una casa di plastica, bensì una serra. Il gruppo Permacultura composto da persone che svolgono una vita interamente improntata all’ ecosostenibile, ha deciso infatti di dare vita ad una struttura utilizzando 1.000 bottiglie di plastica oltre al legno ed alle canne di fiume. La pensionata russa Olga Kostina, invece, nel villaggio di Kamarchaga, nella Siberia Taiga, ha pensato durante gli anni di decorare le pareti della sua casa in legno con l’utilizzo di oltre 30.000 tappi di bottiglia di plastica provenienti dalla soda.

La donna è stata capace di realizzare con i tappi alcuni bellissimi disegni colorati. Alcuni di questi rimandano anche agli animali del bosco. Dare, l’Associazione per lo sviluppo delle energie rinnovabili, ha deciso di affrontare in Nigeria con la collaborazione di architetti ed ingegneri londinesi, un’iniziativa fondata sulla bio-edilizia per dare una casa di plastica ai nigeriani. L’intento è quello di riuscire a creare un benessere equo e sostenibile risolvendo importanti problematiche del paese super affollato. La Nigeria non solo è piena di bottiglie di plastica sparse per le strade, ma è formata da una popolazione priva di case.

Riciclo totale: costruirsi una casa con i tappi di plastica