Riciclare vetro per fare cemento: l’idea rivoluzionaria

La Deakin University di Melbourne ha scoperto un modo innovativo ed economico di utilizzare il vetro non riciclabile

I materiali possono avere mille utilizzi, soprattutto quando vengono riciclati. Un’idea innovativa sull’uso del vetro arriva dall’Australia.

La Deakin University di Melbourne ha scoperto un nuovo modo di impiegare il vetro non riciclabile. Contrariamente a quanto si pensi, infatti, non tutto il vetro può essere riciclato. Questo avviene soprattutto per i piccoli frammenti che sono troppo difficili da separare e per il vetro molto vecchio. Così i ricercatori dell’università australiana hanno sperimentato un nuovo impiego: utilizzare il vetro per produrre cemento. L’esperimento è stato condotto dal professor Riyadh Al-Ameri.

I ricercatori hanno preso vari pezzi di vetro non riciclabile e li hanno macinati fino a realizzare una polvere a grana grossa. Poi hanno utilizzato questa polvere come aggregato nel calcestruzzo polimerico, al posto della sabbia normalmente impiegata. Lo stesso calcestruzzo polimerico sostituisce la resina polimerica, come agente legante per il cemento, e viene solitamente usato – ad esempio -per i pavimenti impermeabili. Quando il calcestruzzo polimerico a base di vetro è stato testato, è risultato essere molto più forte rispetto a quello tradizionale a base di sabbia.

Un altro vantaggio è che, l’utilizzo del vetro smerigliato, comporta costi di produzione del calcestruzzo inferiori rispetto a quelli della sabbia, che deve essere estratta, lavata e calibrata. Inoltre, è stata prevista per il futuro una carenza di sabbia idonea all’uso con il cemento, mentre sono invece disponibili scorte di vecchi vetri non lavorati.

Grazie alla ricerca della Deakin University – ha spiegato il professor Riyadh Al-Ameri – l’industria delle costruzioni ha la possibilità di conoscere il potenziale del vetro come sostituto della sabbia, nella realizzazione del calcestruzzo polimerico e del cemento. Nel mondo – secondo i dati del World Economic Forum – l’industria delle costruzioni rappresenta il 6% del Pil, e il cemento è un materiale da costruzione importante. Quindi trovare un’alternativa alla sabbia nella sua produzione ha un senso al punto di vista economico.

Altre università hanno studiato la questione del vetro riciclato per essere usato nel cemento, come l’Università del Queensland, che all’inizio di quest’anno ha annunciato un metodo per trasformare i rifiuti di vetro in silicato liquido, che potrebbe avere diversi impieghi, incluso quello di sigillante per il calcestruzzo.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Riciclare vetro per fare cemento: l’idea rivoluzionaria