La plastica degli oceani riciclata in borse da viaggio

Dagli Stati Uniti arriva l'innovativa borsa che ripulisce gli oceani

Da un’idea geniale nasce la borsa da viaggio che aiuta a liberare gli oceani dalla plastica. La produce un’azienda americana.

L’inquinamento da plastica di mari e oceani è una vera emergenza internazionale che richiede interventi mirati per ripulire tonnellate di rifiuti e pone l’esigenza di evitare che altri vengano gettati nelle acque. Così, sempre più numerose aziende stanno innovando i loro processi produttivi per ridurre la plastica nei loro prodotti e negli imballaggi o eliminarla del tutto impiegando materiali ecologici e riciclabili innovativi.

Tra queste aziende segnaliamo l’americana Mi Terro che produce borse da viaggio realizzate con sughero e plastica riciclata, proveniente direttamente dagli oceani. Una borsa che aiuta letteralmente a ripulire le acque dai rifiuti.

L’idea è venuta a Robert Luo, da sempre ambientalista convinto, che ha creato questo nuovo prodotto con l’aiuto di un gruppo di studenti della Marshall School of Business della University of Southern California. La borsa da viaggio è stata chiamata Aka ed è anche la prima valigia premiun in sughero mai realizzata. La plastica da cui è composta arriva dalla Cina, raccolta da un’azienda specializzata.

Il nome dell’azienda, Mi Terro, viene da una fusione di spagnolo e portoghese e significa la Mia Terra. La scelta non è casuale poiché gli alberi da sughero crescono soprattutto in Spagna e in Portogallo.

La borsa ecosostenibile è stata proposta per la prima volta lo scorso febbraio su Kickstarter, una piattaforma di crowdfunding per finanziare progetti innovativi e creativi, e ha riscosso subito un grande successo. Grazie alle donazioni degli utenti, infatti, in meno di un giorno è stata raccolta la somma di denaro necessaria al finanziamento della produzione della nuova borsa da viaggio ecologica.

Per la realizzazione di ciascun esemplare vengono utilizzati 2 kg di plastica, sottratta agli oceani. Un modello costa circa 200 dollari, sul sito dell’azienda sono previsti sconti e promozioni. La borsa Mi Terro è capiente, pratica, elegante e sta conquistando un numero crescente di consumatori.

Ricordiamo, poi, gli altri prodotti innovativi che riducono la plastica nei mari: gli involucri della birra commestibili e le foglie di banana usate come imballaggi per frutta e verdura al posto dei sacchetti monouso.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

La plastica degli oceani riciclata in borse da viaggio