Ned: l’assistente personale che riduce i consumi energetici

Arriva NED, il primo Smart meter Made in Italy che controlla i consumi degli elettrodomestici e che aiuta a risparmiare sui consumi

Uno dei primi ambienti di spreco energetico è certamente la propria casa: secondo i dati, in Italia lo spreco nel settore residenziale ammonta infatti a 4 miliardi di euro.

Non solo: 9 italiani su 10 non sono consapevoli dei consumi dei loro elettrodomestici e di come possono risparmiare, tramite piccole accortezze come avviare la lavatrice a pieno carico, non possedere dispositivi troppo antiquati e non aprire troppe volte il frigorifero inutilmente. Con l’intento di colmare queste lacune e rendere i cittadini più “ecosostenibili” è approdato sul mercato NED, il primo assistente personale che aiuta a tenere sempre sotto controllo quanta energia viene consumata dagli elettrodomestici che possediamo.

NED è il primo Smart meter Made in Italy ed è l’unico sul mercato capace di connettersi con tutti i dispositivi presenti in casa, nello stesso momento. Con NED non è necessario installare diversi e costosi strumenti di misura, al contrario di quanto prevede oggi il mercato del monitoraggio energetico. Se infatti un cittadino vuole tenere sotto controllo i propri consumi energetici, è obbligato ad installare più strumenti di misura, detti Smart Plug, uno per ogni elettrodomestico: oltre agli alti costi, è anche impossibile installare le Plug vicino ad elettrodomestici a muro o incassati. Al contrario, NED si collega al quadro elettrico centrale e tramite un’app per smartphone, offre la possibilità di accedere ai servizi, tramite i quali monitorare l’utilizzo di energia e risparmiare fino al 20% ogni anno.

Il padre di NED è Midori, PMI innovativa del panorama dell’Incubatore I3P del Politecnico di Torino: il progetto è nato dopo anni di sviluppo nell’ambito delle machine learning e del data analytics. D’altronde, la vera svolta rappresentata da NED è contenuta negli algoritmi proprietari della piattaforma cloud di riconoscimento dei carichi elettrici. Per le sue analisi infatti, NED ricerca le impronte elettriche che gli elettrodomestici lasciano sul tracciato elettrico, mentre sono in azione, in modo da scroprire quando vengono utilizzati e quanto consumano. NED è anche in grado di segnalare consumi eccessivi ed anomalie elettriche e non solo: il piccolo Smart meter, può infatti avvertire di guasti, suggerire tariffe più convenienti e modelli più adeguati di elettrodomestici.

Il progetto di Midori è ambizioso e ha l’obiettivo di rivoluzionare il settore energetico della Smart Home: per questo ha scelto di approdare su Mamacrowd, la piattaforma italiana più importante di equity crowdfunding. La campagna di Midori è durata fino al 24 settembre ed ha pienamente raggiunto l’obiettivo scelto, quello di raccogliere 150 mila euro di adesioni da parte di investitori privati e aziende: al termine della campagna, risultano raccolti più di 200 mila euro. I fondi raccolti verranno investiti da Midori in Ricerca e Sviluppo, in modo da aumentare le funzionalità di NED, migliorare gli algoritmi di machine learning e realizzare una piattaforma di servizi per la profilazione energetica avanzata per le aziende, tramite i Big Data.

Christian Camarda, CEO di Midori, punta in alto: “Midori è la prima azienda in Italia in grado di creare grandi dataset di altissima qualità. Grazie a Ned saremo in grado di fornire a cittadini ed aziende dati energetici precisi e di dettaglio, come quelli sui consumi degli elettrodomestici, fino ad oggi inaccessibili, ma fondamentali per conoscere come viene usata l’energia e comprendere quali azioni adottare per ridurre le emissioni e gli sprechi, oltre che il prezzo delle bollette”.

NED, lo smart meter di Midori per i consumi

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Ned: l’assistente personale che riduce i consumi energetici