MSC Crociere dice addio alla plastica sulle sue navi

Già dai prossimi mesi, la compagnia eliminerà tutti gli articoli di plastica a bordo e a terra

La sensibilità e l’attenzione nei confronti dell’ambiente sono diventate ormai un obiettivo per tante imprese.

Uno dei nemici numero 1 della terra è la plastica, altamente inquinante se non riciclabile e la maggior parte degli involucri dei prodotti che utilizziamo quotidianamente, sono realizzati proprio con questo materiale. Le iniziative sostenibili a supporto dell’eliminazione della plastica, crescono sempre di più: un esempio è il gruppo Lego, che ha annunciato per i prossimi decenni, la volontà di realizzare packaging riciclabili e mattoncini in plastica vegetale sostenibile.

E ora si aggiunge un altro colosso, l’MSC Crociere, la più grande compagnia di crociere leader in Europa, ma anche in Sud Africa, Sud America e nel Golfo Persico. Già da tempo attiva con un suo programma di gestione ambientale, il “Plastic Reduction Programme”, la compagnia ha annunciato il suo impegno per l’eliminazione della plastica monouso dall’intera flotta a livello globale e per introdurre, lì dove sarà possibile, delle alternative sostenibili. L’obiettivo di MSC Crociere è di eliminare entro la fine del marzo 2019 articoli in plastica, sia a bordo delle navi sia a terra, come sacchetti monouso, bicchieri, posate, ma anche confezioni di yogurt e marmellata.

Già entro la fine del 2018, la compagnia ha previsto di sostituire tutte le cannucce di plastica con alternative biodegradabili al 100%. A bordo, le bevande non verranno più servite con le cannucce (per una riduzione che ammonta al 50%) e coloro che ne faranno esplicita richiesta, potranno scegliere tra opzioni ecocompatibili realizzate con:

  • fonti rinnovabili (acido polilattico a base di bambù, carta, zucchero);
  • materiali ecologici;
  • resine al 100% biodegradabili.

Un grande passo avanti per la compagnia volta alla tutela di mari e oceani: “La mission di MSC Crociere – ha dichiarato l’Executive Chairman di MSC Crociere, Pierfrancesco Vago – è quella di fornire ai nostri ospiti, le migliori esperienze di vacanza sul mare e ci impegniamo a farlo in modo sostenibile. È per questo, che abbiamo da tempo intrapreso un viaggio volto alla continua riduzione dell’impatto ambientale delle nostre navi”.

Un tassello, quello dell’eliminazione delle cannucce di plastica, che va ad aggiungersi alle iniziative che la compagnia aveva già adottato diversi anni addietro. Dal 2009 infatti, shampoo e docciaschiuma presenti in cabina in formato monodose, sono stati sostituiti con erogatori ricaricabili.

Si può dire lo stesso degli impianti di riciclaggio e dei sistemi di gestione dei rifiuti delle flotte, entrambi all’avanguardia e altamente efficienti. Per ottenere l’eccellenza in questo ambito, la compagnia di crociere collaborerà con una società di certificazione per fare in modo che il riciclo dei rifiuti e l’impegno nei confronti dell’ambiente, siano una costante di tutte le attività di bordo e di terra. “In questo modo – conclude Vago – indipendentemente dal luogo in cui sono impiegate le nostre navi, sarà possibile garantire che tutti gli articoli in plastica, non solo non abbiano un impatto sul mare, ma nemmeno sulla terraferma, a beneficio delle popolazioni e dei territori che ci ospitano”.

MSC Crociere dice addio alla plastica sulle sue navi