La lava dei vulcani potrebbe ripulire la Terra dalle emissioni di CO2

Un team sta lavorando da tempo sul fissaggio della CO2 nella roccia derivata dalla lava, ecco come

Le eruzioni dei vulcani fanno paura, sono pericolose e causano spesso anche morti e feriti. Ma nel disastro ci possono essere spiragli positivi?

Secondo alcuni scienziati alla lunga sì. Lava e magma solidificati potrebbero fare in modo che venga trattenuta in modo sicuro una notevole quantità di anidride carbonica. Il risultato? Combattere il riscaldamento globale.

Tutto parte da studi effettuati attraverso il progetto di ricerca collaborativo CarbFix guidato da Reykjavik Energy, che ha come obiettivo quello di creare metodi e tecnologie scuri per lo stoccaggio di CO2. Facendo in modo che il risultato ottenuto sia sicuro. Il riscontro positivo lo darebbe il basalto, la roccia nera che si forma quando la lava si raffredda, che sembra riesca a raccogliere il carbonio.

A lavorare su questo studio un team di scienziati, con la collaborazione di esperti e tecnici, che hanno lavorato sul fissaggio di anidride carbonica nella roccia. Le prime prove sono avvenute in Islanda dove hanno proceduto iniettandola in profondità all’interno della roccia. E i risultati sono stati buoni, infatti le prime iniezioni pilota hanno dimostrato che la cattura della CO2 avviene immediatamente e il carbonio iniettato viene intrappolato in pochi anni. La questione tempo è andata a influire sulle idee precedenti, di scienza e laboratori, che hanno sempre affermato che ci vogliono anni perché la mineralizzazione del biossido di carbonio si verifichi.

Al momento il progetto è in espansione. Molti istituti di ricerca europei ci stanno lavorando e sono in atto esperimenti simili anche in altre zone del mondo. Per ora non si possono ancora valutare i costi e quanto possa essere fattibile questo metodo, però una cosa è certa: il basalto non è difficile da trovare. Basti pensare che è una delle rocce più presenti sulla superficie terrestre e lo si trova in vaste zone dell’India, nella già citata Islanda, ma anche nel Pacifico nord occidentale. E quindi la lava potrebbe trasformarsi in un’opportunità per fare “bene” alla Terra. Il progetto oggi è diventato CarbFix2 che si occupa di trasformare la tecnologia di CarbFix dalla mera fase dimostrativa a qualcosa di economicamente valido da esportare e utilizzare in tutto il mondo. Per ottenere questi risultati si lavora in sedi diversificate, compresi i fondali oceanici.

La lava dei vulcani potrebbe ripulire la Terra dalle emissioni di ...