Inghilterra: stop della produzione della plastica usa e getta

Il Regno Unito ha iniziato una vera e propria campagna contro la plastica usa e getta: si riuscirà ad arrivare all’auspicato stop della produzione nel 2019?

Al summit annuale del Commonwealth il Regno Unito annuncia di voler mettere al bando dal 2019 la plastica usa e getta.

Non solo, l’obiettivo del Regno Unito è quello di convincere anche gli altri Paesi a seguire il proprio esempio. Il provvedimento, se otterrà l’approvazione del parlamento britannico, riguarderà gli oggetti di plastica monouso, fra cui le cannucce per le bibite, i bastoncini per mescolare le bevande, i cotton fioc, le palette per il gelato, oltre a contenitori, bicchieri, piatti e posate di plastica, solo per citare i più comuni.

Gli oggetti monouso rappresentano un grosso pericolo per l’ambiente e sono fra i meno riciclati. Di piccole dimensioni possono essere ingeriti da volatili e pesci con conseguenti danni al mondo animale. I cotton fioc in particolare sono sotto accusa, tant’è vero che la Scozia si era già mossa in anticipo rispetto al Regno Unito a riguardo, manifestando mesi prima l’intenzione di mettere al bando i cotton fioc dal 2019. Un provvedimento che già da solo comporterebbe un grosso vantaggio ambientale.

In accordo con la lotta alla plastica, è da poco stata lanciata da parte dell’Association of Independent Festivals (AIF) l’iniziativa dal nome emblematico The Drastic on Plastic volta a vietare l’uso di plastica usa e getta nei festival indipendenti inglesi. Ad aderire all’iniziativa sono ben sessantuno festival, fra cui alcuni molto noti, come End of the Road, Bestival, Boardmasters e Kendal Calling.

La battaglia britannica alla plastica  passa anche attraverso l’introduzione di una tassa di 5 pence sui sacchetti. In UK i sacchetti di plastica a pagamento sono stati introdotti nel 2015 e oggi uno studio dimostra come negli anni, grazie anche a questo provvedimento, nei mari inglesi ci sia meno plastica. Secondo l’indagine condotta e apparsa sulla rivista Science, il numero di sacchetti di plastica nelle immediate vicinanze delle coste inglesi si è ridotto di circa il 30% gradualmente dal 2010 a oggi. Purtroppo però altri tipi di rifiuti di plastica sono aumentati, ecco perché non si può abbassare la guardia. La lotta all’inquinamento porta i suoi frutti se combattuta su diversi fronti, a tutti i livelli e in modo congiunto.

Inghilterra: stop della produzione della plastica usa e getta